The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

Russia: ministro Sviluppo economico esclude possibilità di un default come nel 1998

Mosca, 17 apr 08:16 - (Agenzia Nova) - Il governo esclude la possibilità che la Russia vada in default come accaduto nel 1998. Lo ha detto il ministro dello Sviluppo economico della Federazione Russa, Maksim Reshetnikov, intervenuto ieri sera sull’emittente televisiva “Primo canale”. Il ministro ha sottolineato che in questa condizione, lo Stato deve aiutare gli imprenditori, "così da stimolarli a portare avanti i loro affari in Russia”. A differenza del 2008, prosegue Reshetnikov, “quando abbiamo agito principalmente per salvare le grandi imprese, ora stiamo parlando delle piccole e medie". Il ministro ha inoltre ricordato che l'economia russa ha assimilato esperienza in termini di capacità di affrontare certi tipi di crisi. Secondo quanto affermato in precedenza in una riunione di governo dal primo ministro russo Mikhail Mishustin, oltre 500 mila piccole e medie imprese con oltre 3 milioni di lavoratori riceveranno una forma di sostegno finanziario diretto da parte dello Stato. La crisi finanziaria russa del 1998 obbligò il governo e la Banca centrale a sminuire il rublo e a dichiarare il paese inadempiente per quanto concerne il suo debito. A determinare la crisi sono stati il calo della produttività, un tasso di cambio troppo elevato fra il rublo e le valute straniere e un cronico deficit fiscale. A favorire la rapida ripresa dopo il crollo finanziario dell’agosto del 1998 fu l’aumento dei prezzi del petrolio nel biennio successivo, un fattore che consentì al paese di registrare un importante surplus commerciale fra il 1999 e il 2000. Secondo alcuni analisti finanziari, la crisi del 1998 ha avuto un effetto positivo per le banche russe che, da quel momento, hanno iniziato a diversificare le loro attività. (Rum)