The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

Report – Andrea Bruno, il grillino “espatriato” in Russia che manovrava migliaia di profili

Nella puntata di Report di lunedì 28 ottobre 2019 è stato portato in televisione ciò che già veniva criticato e combattuto online negli ultimi anni. Al di là delle spese sostenute per la diffusione di determinati contenuti, come avevamo parlato a Open in merito alla campagna elettorale social della Lega e di Matteo Salvini, e di come sono state diffuse determinate campagne come quella dell’hashtag #ParlateciDiBibbiano, si è parlato delle pagine Facebook e dei sistemi automatici di pubblicazione. Intervistato da Report l’informatico Andrea Bruno, del quale riportiamo una ricerca iniziata nel 2016 con alcuni dettagli interessanti.

La pagina Facebook M5S news non è nuova nel panorama della propaganda Pro Movimento 5 Stelle, così come non è nuova a diffondere false notizie appositamente per scaldare il proprio elettorato polarizzandolo sempre di più verso un’unica direzione senza alcun rispetto per i cittadini. Lo stesso Bruno, di fronte alle telecamere di Report, ammette il suo divertimento nell’aver diffuso bufale come quella di cui abbiamo parlato a Open lo scorso 8 aprile 2019:

Andrea Bruno vive da anni tra la Russia e Lettonia, sono suoi diversi siti con guide utili per italiani che si vogliono trasferire o visitare il paese di Putin, come Appartamentisanpietroburgo.com e Vistirussia.com, oppure siti di informazione come Thetimesrussia.com che si auto-celebra come «il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate».

Folclore a parte, è suo il sito M5Snews.com con la stessa identica grafica degli altri. Il sito è linkato sull’omonima pagina Facebook M5S news gestita dagli attivisti dello stesso Movimento di Luigi Di Maio.

Il dominio, di fatto, è stato registrato a suo nome con il suo indirizzo email personale, indirizzo che ha permesso di recuperare molti altri domini da lui registrati.

Ora vi mostriamo cosa scriveva Andrea Bruno su Facebook qualche anno fa. Nel post pubblicato il 27 novembre 2017 sosteneva che manipolava le masse creando pagine e gruppi con molti utenti: