The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

Rugby, Mondiali 2019: Matsushima con tre mete regala la vittoria al Giappone sulla Russia

Vince il Giappone il match d’apertura dei Mondiali di rugby 2019, ma non convince e dalla sfida con la Russia esce molto ridimensionato. Troppo il nervosismo tra i padroni di casa, che nel primo tempo sbagliano quasi tutto, subiscono a freddo la meta degli avversari e poi hanno bisogno di oltre mezz’ora per portarsi in vantaggio. Netta la superiorità tecnica in campo, ma la Russia ha vita facile ad arginare le folate nipponiche, almeno per i primi 40 minuti. Poi a inizio ripresa il Giappone cambia marcia, porta a casa la vittoria con bonus, ma esce da Tokyo con molti dubbi.

Avvio shock per il Giappone che sul primo pallone perde l’ovale e Russia che si porta subito in attacco. Due rimesse laterali vicino alla linea di meta, ma la seconda touche viene intercettata e nipponici che si salvano in qualche modo, rischiando parecchio. Non si salva il Giappone, invece, al 5′ quando l’ennesimo calcio non raccolto dai padroni di casa regala la palla a Golosnitskiy che va tranquillamente in meta. Kushnarev trasforma e 7-0 per la Russia. Reagisce con furia il Giappone, obbliga la Russia a salvarsi a pochi centimetri dalla linea di meta, ma i nipponici sono troppo contratti e sbagliano nuovamente. Cresce, però, il Giappone, sfrutta la maggior velocità e all’11’ ha una nuova occasione con una touche sui 5 metri e con una bellissima azione un minuto dopo va in meta con Matsushima per il 7-5 parziale. Giappone che usa molto il piede per cercare di mettere in difficoltà i russi, ma si mantiene un buon equilibrio in campo, con i padroni di casa che non riescono a far valere la propria superiorità tecnica. Ancora un errore banale del Giappone sulla ricezione di un pallone alto, ma questa volta la Russia non sfrutta l’occasione perdendo palla in avanti. Tanti errori da entrambe le parti in questo primo quarto che, così, si chiude con la Russia avanti di 2.