The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

F1, GP Russia 2019: analisi prove libere. Verstappen e Leclerc impressionanti, Hamilton sornione e Vettel con troppi errori

La prima giornata del weekend del GP di Russia, sedicesimo round del Mondiale 2019 di F1, fa già parte dell’album dei ricordi. Sul circuito di Sochi i team hanno lavorato alacremente in cerca del tempo migliore e di una consistenza nella prestazione.

VERSTAPPEN E LECLERC IMPRESSIONANTI – In questo day-1 i migliori sono stati l’olandese Max Verstappen e il monegasco Charles Leclerc. L’alfiere della Red Bull ha messo in mostra tutte le qualità della RB15, estremamente performante nel terzo settore, quello più guidato, facendo la differenza in termini di prestazione pura e di costanza di rendimento con benzina a bordo. Max infatti ha siglato il miglior tempo di giornata e ha manifestato chiari segnali di vitalità in vista delle qualifiche e della corsa domenicale. C’è però la penalità di cinque posizioni da scontare. I tecnici Honda, infatti, hanno deciso di sostituire il motore endotermico sulla monoposto di Verstappen, come anche su quella del team-mate Alexander Albon e sulla Toro Rosso del francese Pierre Gasly (il russo Daniil Kvyat invece partirà dal fondo della griglia per aver cambiato tutti i componenti della Power Unit). Una gara in rimonta ma su un tracciato dove il sorpasso è possibile le chance del tulipano sono alte per la top-3. Prestazioni del motore che, tra l’altro, hanno regalato anche il record nel t-1 al racing driver dei “bibitari” a testimonianza che il motore fresco è stato testato su regimi piuttosto elevati e con velocità di punta considerevole.