The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

Calcio a 5, Europei 2018. Russia-Portogallo 2-3: semifinale rovente! André Coelho giustiziere dei russi tra le polemiche. Lusitani all’ultimo atto

Il Portogallo è la prima finalista degli Europei 2018 di calcio a 5. La Russia protesta per alcune decisioni arbitrali che fanno discutere. Emozioni infinite nella prima semifinale all’Arena Stozice di Lubiana dove si sfidano due squadre arrivate in fondo con idee di gioco diametralmente opposte ma ugualmente efficaci. Il ct russo Skorovich si affida in partenza al quintetto composto da Zamtaradze, Eder Lima, Robinho, Davydov e Chishkala, mentre Jorge Braz punta su André Sousa, Pedro Cary, Bruno Coelho e João Matos.

La Russia è più pimpante e dopo 3’12” arriva subito la prima svolta della partita: Eder Lima raccoglie un assist di Robinho e supera André Sousa, portando in vantaggio la compagine allenata da Skorovich sull’asse che finora ha fatto la fortuna della Nazionale russa. Il Portogallo, miglior attacco del torneo, fa enormemente fatica a trovare spiragli nella difesa avversaria e così la prima frazione scivola via con la Russia in vantaggio di un gol. La partita è bloccata e i russi continuano ad avere il pallino del gioco, respingendo gli assalti dei lusitani e creando pericoli in contropiede.

A 10 minuti dal termine la retroguardia russa si distrae e Andrè Coelho ne approfitta per pervenire al pareggio, innescando un finale di gara da brividi. La partita si incattivisce e dopo 35’44” è ancora Coelho a raccogliere un assist di Ricardinho su palla da fermo e a ribattere in rete, approfittando della scivolata di un difensore per bucare la porta difesa da Zamtaradze. La Russia si riversa in attacco e protesta per un fallo al limite dell’area che avrebbe generato un tiro libero.

All’ultimo minuto, però, accade di tutto. André Sousa respinge un’azione offensiva della Russia toccando la palla con le mani proprio al limite dell’area, André Coelho raccoglie la sfera e dalla sua metà campo fa partire un bolide che centra la porta avversaria, ormai sguarnita, spedendo in orbita i lusitani. Eder Lima, infatti, impiega appena 10 secondi ad accorciare le distanze e gli ultimi secondi sono roventi. In 5vs4 la Russia crea diversi pericoli dalle parti di André Sousa e a 2” dalla fine Abramov di tacco sfiora il palo: si spengono definitivamente le speranze dei russi di centrare la quarta finale consecutiva. Il Portogallo, invece, festeggia l’approdo all’ultimo atto, in programma sabato 10 gennaio contro la vincente tra Kazakistan e Spagna, e sogna di scrivere una pagina indistruttibile di storia.