The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

Confederations Cup 2017, Messico-Russia: padroni di casa con le spalle al muro

Sabato 24 giugno, alle ore 17:00 italiane, la Kazan Arena ospiterà il match tra Messico e Russia, valido per la terza giornata del Girone A della Confederations Cup 2017. Ad arbitrare sarà il fischietto saudita Fahad Al-Mirdasi.

La partita tra la Tricolor ed i padroni di casa si annuncia come una partita da dentro o fuori: dando per scontata la vittoria del Portogallo sulla Nuova Zelanda, sarà una tra Messico e Russia a qualificarsi insieme ai campioni d’Europa. Per la compagine locale, già la sconfitta con il Portogallo ha rappresentato una battuta d’arresto poco piacevole, ma un’eliminazione precoce di fronte al proprio pubblico rappresenterebbe uno scacco ancora maggiore. Il team del tecnico Stanislav Cherchesov puntava infatti fortemente su questa competizione, sia dal punto di vista organizzativo – in vista della Coppa del Mondo 2018 – che da quello sportivo, per tornare a vincere un grande trofeo internazionale che manca dal titolo europeo vinto dall’Unione Sovietica nel 1960.

Dall’altra parte, il Messico ha fino ad ora fatto il suo in entrambe le partite disputate. La nazionale condotta da Juan Carlos Osorio ci ha ormai abituati a presentarsi sempre in forma agli appuntamenti che contano, nonostante spesso venga sottovalutata alla vigilia. I vincitori della Gold Cup hanno raggiunto gli ottavi di finale nelle ultime sei edizioni consecutive della Coppa del Mondo, ed in Confederations Cup hanno già ottenuto una vittoria nel 1999 ed un terzo posto nel 1995, oltre ad un quarto nell’edizione de 2005 in Germania. Dalla loro parte, i messicani avranno anche la possibilità di puntare al pareggio, che li qualificherebbe comunque matematicamente alle semifinali.

Insomma, alla Kazan Arena la Russia si presenterà con un unico obiettivo possibile, quello della vittoria, ma la storia attuale del calcio russo è stata spesso ricca di delusioni, se si esclude la semifinale europea del 2008. Il fattore campo potrebbe giocare in favore del team di Cherchesov, ma il Messico ha tutte le carte in regola per respingere gli attacchi russi ed eliminare i padroni di casa.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter