The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

Beach volley, World Tour 2017, Mosca. Russia amara: doppia eliminazione per gli azzurri. Gli australiani per Nicolai/Lupo

Un brutto risveglio per l’Italia del beach volley che perde suybito due delle tre coppie iscritte al torneo 3Stelle di Mosca. Un mezzo disastro per il movimento azzurro, in particolare in campo femminile dove crescono sempre più le possibilità di non vedere coppie italiane al Mondiale di Vienna.

La prima eliminazione è arrivata per Menegatti/Perry che sono state sconfitte al tie break dalle polacche Kolosinska/Gruszczynska al termine di un match combattuto che ha visto la buona partenza delle azzurre, vittoriose 21-19 nel primo parziale. Nel secondo set le polacche sono partite bene ed hanno messo in seria difficoltà fin da subito la coppia italiana che si è arresa 21-16. Tie break in rincorsa per Menegatti/Perry che hanno agganciato le rivali a quota 9 e superate sul 12-11. Le italiane hanno sprecato un match ball sul 14-13 e poi hanno subito tre punti consecutivi perdendo 16-14. Un altro 25mo posto per Menegatti/Perry che dal prossimo torneo (Den Hague) saranno fuori dal tabellone principale e per tornarci dovranno faticare non poco.

Sconfitta “sanguinosa” anche per Ranghieri/Carambula che proprio non riescono a trovare la continuità di rendimento in questa prima parte della stagiopne. La coppia azzurra allenata da Cartaya si arrende al terzo set ai russi non certo irresistibili Likholetov/Leshukov al termine di un match non particolarmente spettacolare e giocato a due velocità dagli azzurri che sono partiti fortissimo annichilendo i rivali nel primo set (21-11).

Sconcertante l’avvio del secondo parziale della coppia italiana che si è trovata in un baleno sull’1-7. Ranghieri/Carambula non si sono persi d’animo ed hanno tentato di risalire la china ma sono arrivati ad un passo dal pareggio perdendo 21-19. Nel terzo set russi avanti 8-5, poi la rimonta di Ranghieri/Carambula (9-9) e infine la volata finale con gli azzurri che annullano due match ball, poi ne sprecano ben tre e alla fine vengono sconfitti 20-18, raccogliendo solo un 25mo posto che non può certo accontentarli.

L’unica coppia azzurra ancora in gara, Lupo/Nicolai, sarà in campo alle 13.50 per i sedicesimi di finale contro gli australiani Mc Hugh/Schumann e in caso di vittoria sono attesi dagli statunitensi Lucena/Dalhausser negli ottavi. Clamorosa l’eliminazione al primo turno dei polacchi Losiak/Kantor, finalisti a Rio del Janeiro.

Così le sfide per il terzo posto nei gironi femminili: Motrich/Kholomina-Davidova/Shchypkova 2-1 (19-21, 21-18, 15-12), Rehackova/Dostalova-Lehtonen/Lahti 0-2 (10-21, 8-21), Rebecca/Ana Patrícia-Meppelink/van Gestel 2-0 (21-0, 21-0), Lusson/Jupiter-Wang/Yue 0-2 (18-21, 17-21), Kolosinska/Gruszczynska-Menegatti/Perry 2-1 (19-21, 21-16, 16-14), Schwaiger/Schützenhöfer-Sweat/Summer             0-2 (11-21, 12-21), Flier/van Iersel-Birlova/Makroguzova 1-2 (24-22, 19-21, 12-15), Ukolova/Barsuk-Sinnema/Stubbe 0-2 (17-21, 18-21).

Così i sedicesimi donne: May/Pischke (Can)-Kolosinska/Gruszczynska (Pol), Betschart/Hüberli (Sui)-Sinnema/Stubbe (Ned),    Laboureur/Sude (Ger)-Wang/Yue (Chn), Day/Hochevar (Usa)-Rebecca/Ana Patrícia (Bra), Maria Antonelli/Carol (Bra)-Birlova/Makroguzova (Rus), Barbara/Fernanda (Bra)-Lehtonen/Lahti (Fin), Borger/Kozuch (Ger)-Motrich/Kholomina (Rus), Claes/Hughes (Usa)-Sweat/Summer (Usa).

Così le sfide per il terzo posto maschili: Krasilnikov/Liamin (Rus)-Losiak/Kantor (Pol) 2-1 (21-15, 19-21, 15-12),   Dollinger/Erdmann (Ger)-McHugh/Schumann (Aus) 1-2 (21-19, 25-27, 10-15), Allen/Slick (Usa)-Jefferson/Cherif (Qat) 2-0 (27-25, 21-19), Kavalenka/Dziadkou (Blr)-Koekelkoren/van Walle (Bel) 2-0 (21-15, 21-19), Tocs/Finsters (Lat)-Gibb/Crabb (Usa) 2-1 (21-18, 11-21, 15-12), Sivolap/Velichko (Rus)-Gonzalez/Nivaldo (Cub) 0-2 (18-21, 19-21), Perusic/Schweiner (Cze)-Plavins/Regza (Lat) 0-2 (18-21, 15-21), Likholetov/Leshukov (Rus)-Ranghieri/Carambula (Ita) 2-1 (11-21, 21-19, 20-18).