The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

Russia. Lavrov a Greminger (Osce), ‘Siamo interessati a preservare l’Inf’

Incontrando a Mosca segretario generale dell’Osce (Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa) Thomas Greminger, il ministro degli Esteri russo, Sergei Lavrov, ha affermato che la Russia vuole salvare l’Inf (Intermediate-range nuclear forces), cioè l’accordo sulla non proliferazione delle armi nucleari in Europa. “Siamo interessati a preservare l’Inf e ci dispiace che gli Stati Uniti abbiano deciso di lasciare l’accordo”, ha sottolineato in conferenza stampa congiunta Lavrov, aggiungendo che vi è sempre stata la piena disponibilità di Mosca a discutere con gli Stati Uniti la salvaguardia del trattato.
Esso venne sottoscritto nel dicembre 1987 da Ronald Reagan e Mikhail Gorbaciov, e fu un atto che imponeva la drastica riduzione degli arsenali nucleari presenti sul suolo europeo (non riguardava i missili lanciati dal mare). L’Inf ha permesso l’eliminazione in pochi anni di 2.692 missili, 846 americani e 1.846 russi, ma entrambe le parti negli anni si sono accusate a vicenda di averlo violato, al punto che lo scorso 21 ottobre il presidente usa Donald Trump ha affermato che “Finché qualcuno viola questo accordo, non saremo gli unici a rispettarlo”. Ha poi detto che, fuori dall’accordo, la sua amministrazione avrebbe cercato una nuova intesa con la Russia, ma che se questa non vi sarà, “anche noi cominceremo a sviluppare nuovi armamenti”.
Osservando poi che “quello di oggi è il nostro quarto convegno dell’anno” con il segretario Greminger, Lavrov ha detto che “Sosteniamo pienamente la vostra intenzione di formare un programma positivo in seno all’Osce, di utilizzare questa organizzazione per ripristinare la fiducia. Ovviamente, c’è molto da fare per le lunghe riforme dell’Osce, con l’obiettivo di correggere gli squilibri da tempo creati, garantendo obiettività e imparzialità, come richiesto dai documenti di base”.