The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

Abidol: il video del tizio che dice che la Russia ha la cura per il Coronavirus

Il 5 febbraio scorso l’Università di Zhenjiang aveva annunciato una possibile cura per il Coronavirus SARS-COV-2 e per COVID-19 con i farmaci Abidol e Darunavir. L’Oms, l’organizzazione mondiale della Sanità, aveva immediatamente frenato: “Non ci sono terapie efficaci conosciute contro questo 2019-nCoV”, aveva detto all’era un portavoce dell’Oms al Financial Times (e nel frattempo le cose sono cambiate grazie anche alla sperimentazione dei farmaci anti-artrite). «Si sta tentando anche — aggiungeva il 6 febbraio il direttore del dipartimento di Malattie Infettive al Fatebenefratelli Sacco di Milano Giuliano Rizzardini su Repubblica — con Arbidol, un antinfluenzale approvato in Russia e in Cina, e con altri farmaci contro l’Hiv».

Abidol: il video del tizio che dice che la Russia ha la cura per il Coronavirus

Ieri però ha cominciato a circolare su Facebook il video di un tizio che con mascherina e occhiali da sole che sostiene che in Russia, ovvero all’aeroporto di Mosca, sia possibile comprare l’Abidol che è “la cura contro il Coronavirus” e il motivo secondo cui in Russia non ci sono casi di Coronavirus (il che è falso): “Voi mi potete dire in Italia come mai sono morte tante persone per questo farmaco che noi non abbiamo e loro ce l’hanno?”, dice il tizio nel video, prima di concludere: “Un bacione da Mosca”.

Purtroppo, a differenza di quello che sostiene il tizio del video, non c’è certezza che il farmaco Abidol funzioni contro il Coronavirus. Proprio ieri Reuters ha riportato un comunicato di Johnson & Johnson che spiega che non ci sono prove che il suo farmaco per l’HIV, Prezista (l’altro nome del Darunavir, il farmaco citato nella ricerca insieme all’Abidol), abbia avuto alcun effetto contro il coronavirus, in risposta alle notizie secondo cui il farmaco potrebbe inibire il virus. La società ha dichiarato di essere consapevole del fatto che i trattamenti per l’HIV sono considerati opzioni per il trattamento di pazienti con diagnosi di COVID-19, ma l’uso dei trattamenti per l’HIV si basava su dati clinici inediti utilizzati su pazienti infetti da sindrome respiratoria acuta grave, un virus simile. Non ci sono studi pubblicati che valutano Prezista come trattamento per il coronavirus, ha detto J&J, aggiungendo che sta controllando i farmaci anti-virali incluso il darunavir per determinare l’effetto in vitro contro il virus. Ovviamente è inservibile sottolineare che la casa farmaceutica avrebbe tutto l’interesse ad affermare il contrario, visto che ci guadagnerebbe. Non c’è quindi alcun segreto nascosto dietro la Russia che cura il Coronavirus ed è normale che il farmaco sia in vendita ovunque. C’erano, a febbraio, i risultati di una ricerca che sono ancora da confermare ma purtroppo nessuna cura miracolosa è dinanzi ai nostri occhi ma i Poteri Forti non ce lo dicono.

EDIT ORE 15,08: Per l’Abidol (o Arbidol) ci segnalano anche questo post su facebook che sta facendo scalpore. Valgono le considerazioni fatte sopra.