The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

Tanta Russia nelle gare di Rovaniemi e Muonio aspettando la sprint di Federico Pellegrino

Primo  week-end di gare su neve per lo sci di fondo internazionale: tra Muonio e Rovaniemi sono arrivati riscontri positivi per le squadre russe, ma è stato il padrone di casa Iivo Niskanen a destare la miglior impressione fin qui. Nella 15 Km in pattinato del capoluogo lappone il miglior azzurro è stato Federico Pellegrino in un preludio alla sprint in classico di domani.

La stagione invernale è ufficialmente cominciata. Oltre al biathlon di stanza a Sjusjøen, questo week-end nella Lapponia finlandese – tra Muonio e Rovaniemi – lo sci di fondo sta vedendo andare in scena i primi test sulla neve propedeutici alla Coppa del Mondo che scatterà tra un paio di settimane in quel di Ruka.

In terra nordica il risultato più fragoroso fin qui è stato quello scaturito dalla 10 Km maschile in tecnica classica disputata quest’oggi a Muonio: in questo frangente il padrone di casa Iivo Niskanen si è dimostrato di un’altra categoria rispetto ad Alexander Bolshunov, uno dei due massimi contendenti alla sfera di cristallo. Il distacco finale tra i due si è attestato sui 40’’, evidenziando per il campione olimpico finlandese una condizione fisica notevole, almeno rispetto al talentuoso rivale.

Il russo è comunque riuscito a chiudere alla piazza d’onore, precedendo il duo finnico composto da Perttu Hyvärinen e Joni Mäki distante oltre un minuto dal vincente. Se la prima uscita sulla distanza non ha detto benissimo al leader del movimento ex sovietico, meglio è andata nella sprint in classico tenuta nella giornata di ieri: Bolshunov, in una competizione senza rivali temibili, ha  archiviato la pratica facendo registrare il miglior tempo in qualificazione, superando le eliminatorie senza troppi patemi e domando in finale un quintetto di connazionali capitanato dai giovani Alexander Terentev e Sergey Ardashev, arresisi soltanto in volata ed occupanti il secondo e terzo posto.

Per ora - ad eliminazione di Bolshunov - a Muonio i grossi calibri del team russo hanno evidenziato qualche problema di troppo, ma avranno ancora a disposizione la 15 Km in pattinato di domani per mettersi in luce agli occhi dei tecnici: tutto sommato Alexander Bessmertnykh si è ancora difeso nella distance odierna chiusa alla 7^ piazza, rimandati invece Andrey Melnichenko e Denis Spitsov, mentre bocciatura su tutti i fronti per Andrey Larkov che è sempre rimasto fuori dai migliori 30.

Spostandosi a sud di qualche centinaio di chilometri, a Rovaniemi, arrivano altre notizie  globalmente confortanti dal resto della formazione russa. Nella 15 Km in tecnica libera, disputata in mattinata, è tornato prepotentemente in auge Sergey Ustiugov, impostosi nettamente dinanzi a tre compagni di squadra: rispettivamente Artem Maltsev, Evgeniy Belov ed Ivan Kirillov, attardati dai 30’’ al minuto. Subito alle spalle del  quartetto di testa si sono piazzati Federico Pellegrino (5°) e Giandomenico Salvadori (6°), autori di prestazioni comparabili avendo accumulato circa 1’20’’ ognuno. Più attardato il terzo azzurro al traguardo, Stefan Zelger (12°), mentre Maicol Rastelli si è ritirato dalla gara anzitempo e Francesco De Fabiani non ha nemmeno preso il via.

Domani nel capoluogo della Lapponia è in programma una sprint in tecnica classica che si preannuncia molto interessante: oltre ad Ustiugov, Pellegrino dovrà fare i conti sicuramente con Gleb Retivykh, oggi già  discretamente 8°.

Clicca qui per i risultati completi.

Clicca qui per i risultati completi.

1. USTIUGOV Sergey (RUS) 35’55’’0
2. MALTSEV Artem (RUS) a 28’’9
3. BELOV Evgeniy (RUS) a 34’’3

5. PELLEGRINO Federico (ITA) a 1’19’’2
6. SALVADORI Giandomenico (ITA) a 1’23’’4
12. ZELGER Stefan (ITA) a 2’36’’7

Clicca qui per i risultati completi.

Le competizioni femminili tenute a Muonio hanno avuto una protagonista assoluta: Natalia Nepryaeva. La fondista in questione non ha avuto rivali al di fuori di Anne Kyllönen nella sprint e di Krista Pärmäkoski nella 5 km, tutti e due domate abilmente.

Nella prova di 24 ore fa la russa – dopo essersi imposta in qualificazione, nelle batterie ed in semifinale – ha affrontato l’ultima fatica di giornata a volto aperto, staccando via via tutte le finaliste ed arrivando sul traguardo in solitudine. Come detto, l’unica ad aver provato a contrastarla è stata Kyllönen, alfine accontentatasi della piazza d’onore. Nella volata tra giovanissime per il terzo posto Tiia Olkkonen ha avuto la meglio sulla polacca Izabela Marcisz.

Quest’oggi Nepryaeva ha dovuto fare i conti con un’avversaria ben più quotata, Pärmäkoski appunto: le due hanno condotto performance equiparabili sul  filo dei secondi, ma sul traguardo ad avere la meglio è stata proprio la ventiquattrenne russa per appena 3’’6. Leggermente più staccate le altre atlete della squadra finlandese, con Kerttu Niskaen 3^ e Johanna Matintalo 4^, mentre la veterana di mille battaglie Justyna Kowalczyk si è dovuta accontentare dell’11^ moneta a ben 45’’ dalla punta. Chiaramente  la distanza  percorsa (appena 5 Km) non da grandi indicazioni in vista delle gare del massimo circuito, resta comunque un’altra prova di alto livello per la talentuosa pretendente alla sfera di cristallo ed un primo indizio sulla condizione della beniamina di casa.

Addirittura più serrata è stata la sfida per il successo nei 10 Km in pattinato sulle nevi di Rovaniemi: la tanto attesa Teresa Stadlober si è dovuta  piegare alla ceca Katerina Razymova per 1’’4, autentica sorpresa odierna. Più attardate tutte le altre atlete: Anna Nechaevskaya a circa 40’’ dalla migliore ha regalato un’altra top-three alla Russia, battendo di un soffio la giovane ceca Katerina Jenatova.

Tra le donne nessun italiana ha gareggiato in Finlandia in quanto sono tutte impegnate nel ritiro pre Coppa del Mondo a Davos.

Come per gli uomini, il programma del week-end terminerà nella giornata di domani con una sprint in tecnica classica a Rovaniemi ed una distance da 10 Km in tecnica libera a Muonio.

Clicca qui per i risultati completi.

Clicca qui per i risultati completi.

Clicca qui per i risultati completi.