The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

Biathlon: Staffetta femminile della Russia a Anterselva, Italia quarta

Norvegia e Svezia si autoeliminano e la Russia sfrutta l'opportunità per una meritata vittoria. Vittozzi, Sanfilippo e Carrara lanciano Wierer verso il podio ma arriva solo il quarto posto.

Lisa Vittozzi (0+1) si conferma la solita certezza nella frazione di lancio utilizzando una sola ricarica, in piedi, e presentandosi al cambio con ben 16 secondi di vantaggio su Vanessa Hinz (0+1) e la russa Pavlova (0+4). Skottheim (0+0) perde 43.5 secondi, Anais Bescond (1+3), dopo aver cercato di tenere il ritmo dell'azzurra, va in penalità e la Francia è a 55 secondi mentre Knotten (1+3) regala alla Norvegia l'ennesima partenza ad handicap con una frazione disastrosa che inizia con un giro di penalità a terra.

Federica Sanfilippo (0+2) controlla bene la condizione nei primi due giri poi incappa in due ricariche in piedi che mantengono, comunque, l'Italia nel gruppo delle prime con Hettich (0+1), Akimova (0+1) e la francese Anais Chevalier (0+0), autrice di una grande frazione. Gira tre volte Elvira Oeberg (3+3), e la Svezia è quasi a due minuti, venti secondi peggio di Tandrevold (0+3).

Al cambio di metà gara la Germania precede di mezzo secondo la Russia, 7 la Francia e 9 l'Italia. Kryuko (0+4) e Alimbekava (0+4) tengono a galla la Bielorussia a 20 secondi dalle battistrada. La Norvegia gira a 1.17.7, la Svezia a 1.58.2.

Nel primo giro della terza frazione allunga Denise Herrmann mentre Michela Carrara riesce a tenere il passo di Justine Braisaz. Usano tutte una ricarica tranne Braisaz che ne usa due e la bielorussa Kruchinkina che con il 5/5 si ritrova con l'azzurra in terza posizione a 18 secondi dalla Germania e una decina da Mironova.

Il poligono in piedi rallenta l'avanzata di Herrmann (0+3) che si ritrova a dover inseguire Mironova (0+2); in piedi non sbaglia Carrara (0+1) che si ritrova a una quindicina di secondi, quattro di vantaggio su Braisaz (0+4), si blocca Kruchinkina (0+3), costretta a inseguire.

All'ultimo cambio la Germania ha 4 secondi di vantaggio sulla Russia, 28 sulla Francia, 40 sulla Bielorussia e 46 sull'Italia. Eckhoff (0+4) porta la Norvegia in sesta posizione a 1.15.9 dalla punta e 30 secondi dalle azzurre, insieme alla Repubblica Ceca (0+7) mentre Persson (=-0) rialza le sorti della Svezia.

Preuss e Kaisheva non sbagliano a terra, una ricarica per Julia Simon e Sola, due per Wierer, 5/5 su Roeiseland che si avvicina a 18 secondi dall'azzurra. Kaisheva (0+2) utilizza due ricariche ma si avvantaggia su Preuss (0+1) di una decina di secondi; Julia Simon ((0+2) è a 14 secondi. Wierer (0+4) deve utilizzare due ricariche ed è spalla a spalla con Sola (0+3) e le due mantengono una ventina di secondi di vantaggio su Roeiseland (0+2).

La Russia (0+9) si impone con 11.0 di vantaggio sulla Germania (0+6). Terza posizione, a 21,2, per la Francia che precede l'Italia (0+8), quarta a 40.5. Quinta la Bielorussia (0+14), sesta la Norvegia (1+12) a 59.6, settima la Svezia (3+5) a 1.09.7.