The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

Aeroporto: in agosto -91%. Ma dalla Russia segnali incoraggianti

Resta deficitario il 2020 dell’aeroporto Fellini, penalizzato dall’assenza di collegamenti con l’Italia in una estate in cui la convivenza col covid ha drasticamente diminuito voli e viaggi all’estero. Così nel mese di agosto, in base ai

, lo scalo di Rimini ha visto crollare il numero di passeggeri: appena 6.173 (a luglio erano stati 3mila) dei quali 5.936 “commerciali”, il 91% in meno rispetto all’agosto del 2019. Calano di oltre il 57% anche i movimenti. Complessivamente i primi otto mesi del 2020 hanno visto al Fellini 43.341 passeggeri, l’84% in meno dello scorso anno. Mediamente il sistema aeroportuale italiano ha segnato un calo del 69,6%.
Il tabellone dei voli del Fellini in questo momento può contare su ben pochi collegamenti (molti in chiusura con la fine della summer season): il volo Luxair per il Lussemburgo, quello per Tirana e il Ryanair per Londra. C’è poi qualche volo “straordinario”. Ancora impedito il traffico aereo tra Russia e Italia e il collegamento (che doveva essere la novità 2020) con Teheran. Nonostante le difficoltà, l’interesse dall’est per Rimini resta alto. Lo dimostra la richiesta di autorizzazione avanzata da alcune compagnie russe a volare sul Fellini: si tratta di Aeroflot che chiede una frequenza bisettimanale da Sheremetyevo e di Royal Flight che invece ha richiesto un volo ogni sette giorni da Novosibirsk (assente dall’era Aeradria). Fonti ufficiali di alcuni media russi sottolineano che è però ancora prematuro pensare ad una ripresa del traffico aereo tra Russia e Italia. Un segnale comunque importante.
In uno scenario complesso, AiRiminum continua a lavorare su nuovi voli. Un mese fa Ryanair ha annunciato per l’estate 2021 il collegamento con Vienna e confermato quelli con Londra, Kaunas, Cracovia e Varsavia. Sembrava invece in bilico il volo Lufthansa per Monaco dopo l’accordo siglato dall’aeroporto di Forlì con AirDolomiti per cinque collegamenti settimanali a partire da dicembre con la stessa località. Al momento però è ancora in vendita dal 23 maggio 2021. Proprio la concorrenza lanciata dal Ridolfi sarà però uno degli aspetti da valutare nei prossimi mesi.