The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

La Russia contro Facebook?

La Russia è pronta a sanzionare tutte le aziende tech che non rispetteranno le sue regole interne. Guai in arrivo per Facebook, Google e Co.?

La Russia sta per rendere la vita di Facebook un po’ più difficile.

Secondo alcune fonti a conoscenza della materia il Cremlino potrebbe presto iniziare a sanzionare tutte le società tech colpevoli di non rispettare in pieno le leggi interne del Paese.

Negli ultimi 5 anni la Russia ha introdotto innumerevoli misure restrittive contro i giganti del web mettendo i bastoni fra le ruote a Facebook, Google e le loro colleghe. Alcune di queste misure hanno imposto ai motori di ricerca di cancellare risultati specifici, e ai servizi di messaggistica di condividere le chiavi crittografiche con i servizi di sicurezza e i social network per memorizzare i dati personali degli utenti.

Russia contro Facebook e Co.: l’entità delle sanzioni

Che cosa accadrà nel momento in cui un’azienda tech sarà dichiarata colpevole di non aver rispettato la legislazione vigente? Le autorità si affretteranno a compiere tutte le indagini del caso e la società sarà colpita da una multa corrispondente all’1% dei suoi ricavi annui (quelli registrati in Russia).

Ad modello, la controllata russa di Google, che nel 2017 ha dichiarato entrate di circa 687 milioni di dollari, potrebbe dover fronteggiare una sanzione di $6,87 milioni.

I dettagli in merito all’ultima stretta della Russia sono stati definiti all’intimo di un documento di consultazione preparato dall’amministrazione Putin e inviato alle società tecnologiche per un feedback.

Al momento in cui si scrive, Google, Facebook e le aziende tech che operano anche in Russia non hanno rilasciato commenti in merito alle ipotetiche sanzioni in dirittura d’arrivo. Nessuna risposta neanche da parte del Cremlino.