The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

Russia e Regno Unito, scontro diplomatico per colpa di Masha e Orso

Masha e Orso al centro di un caso tra Russia e Regno Unito: secondo il Times il celebre cartone farebbe propaganda al governo di Putin.

Non c’è solo l’accordo sulla Brexit tra i pensieri dei media inglesi. L’autorevole Times, magari memore della tensione diplomatica derivante dall’avvelenamento dell’ex spia Skripal, ha mosse nuove accuse alla Russia.

Nel mirino però questa volta non ci sarebbero le azioni dei vari servizi segreti ma un cartone animato. Secondo il Times infatti Masha e Orso, serie animata made in Russia, sarebbe pieno di riferimenti di propaganda al Cremlino.

Masha e Orso e la propaganda alla Russia

In un settore fortemente caratterizzato da un predominio di produzioni giapponesi e americane, Masha e Orso è il più celebre cartone russo che è riuscito ad avere un gran successo in tutto il mondo dopo il suo lancio nel 2009.

Ispirato a una tradizionale storia russa per bambini, il cartone è incentrato sulla vispa bambina Masha che spesso si caccia nei guai, tanto che l’amico Orso che vive nelle vicinanze spesso la deve togliere dai pasticci.

Fin qui non sembrerebbe esserci nulla di strano, se non fosse che già tre paesi hanno in passato chiesto la sospensione della serie animata. Si tratta di Ucraina, Lettonia ed Estonia, tre nazioni che al momento non hanno rapporti idilliaci con Mosca.

L’accusa è quella di essere uno strumento di propaganda del Cremlino. In una puntata infatti la piccola Masha indossa un berretto che ricorda molto quelli delle forze del servizio federale di sicurezza (vedi foto dell’articolo), mentre è intenta a difendere un campo di carote: per molti si trattava di un chiaro riferimento alla difesa dei confini da parte della Russia.

Adesso però sulla vicenda della possibile propaganda russa in Masha e Orso si sono scomodati niente di meno che il Times e il professor Anthony Glees, esperto di Intelligence e docente all’Università di Buckingham.

Secondo il professore che riprende anche uno studio fatto da un’università estone, oltre al fatto del berretto il personaggio dell’Orso (buono e affezionato) andrebbe a incarnare in qualche modo la Russia per cercare di sfatare l’immagine negativa che spesso si ha nel mondo del paese governato da Vladimir Putin.

Non si è fatta però attendere una risposta da parte anche dei media russi, che hanno definito tutta la polemica come una “teoria ridicola” parlando anche di una sorta di “russofobia” da parte dell’Ucraina e dei paesi Baltici.