The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

Un legnanese nella campagna di Russia: Agrati presenta la storia di Raoul Achilli

LEGNANO – Fra i caduti in combattimento durante la Campagna di Russia (1941-1943) ci fu l’alpino Raoul Achilli (a sinistra nella foto in alto), legnanese di adozione, al quale l’Amministrazione comunale ha dedicato una piazza. Per il suo eroico atteggiamento in quella drammatica campagna, ad Achilli, caduto appena ventiduenne, fu poi conferita la medaglia d’oro al valor militare. La sua vicenda è narrata nel libro di Giacomo Agrati “Bentornato sergente” che l’autore presenterà domani sera, giovedì 10 ottobre, alle ore 21.00 alla libreria Nuova Terra in via Giolitti 14 a Legnano. Interverranno Gianni e Laura Achilli; saluto iniziale dell’editore, la Cooperativa La Mano. Condurrà la serata Luciano Tacchia.

Il “sergente nella neve” raccontato nel suo romanzo da Mario Rigoni Stern

Sullo sfondo di avvenimenti che hanno segnato il secondo conflitto mondiale, la storia di Raoul è molto simile a quella di migliaia di altri soldati ma, grazie alle lettere che il giovane alpino inviò in quegli anni alla sua famiglia, si è potuto conservare una preziosa testimonianza di quel periodo e conoscere le aspettative, le speranze ma anche le delusioni che accompagnarono le esistenze di quei soldati impegnati al fronte e in battaglia. Da non dimenticare l’convegno con Mario Rigoni Stern (a destra nella foto), autore del più noto romanzo sulla Campagna di Russia, “Il sergente nella neve”, che in molti dei suoi scritti ricorda il giovane Raoul. Sebbene questi non abbia avuto la fortuna di sopravvivere alla guerra, i suoi scritti e i ricordi di chi lo ha conosciuto sopravvivono per lui tanto da farci pensare che quel “sergente nella neve” possa essere anche un po’ Raoul.