The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

Formula 1, GP Russia: Raikkonen eguaglia Barrichello con 322 gare in F1

A quasi 41 anni, il finalndese raggiunge Rubens Barrichello e con 322 gare diventa il pilota che ha disputato il maggior numero di gare in Formula 1. Ma a lui non interessa, e nello speciale "Eskimo" su Sky Sport F1 ha commentato con un "Buah" per poi dire he forse da "grande" guarderà diversamente a queste cose

Il GP di Sochi, oltre al possibile record di vittorie di Hamilton, rappresenta un traguardo anche per Kimi Raikkonen. Il pilota finlandese dell'Alfa Romeo Racing, ultimo campione del mondo con la Ferrari (2007) eguaglia Rubens Barrichello e con 322 gare diventa il pilota ad aver disputato più gare in carriera di Formula 1. A quasi 41 anni (il 17 ottobre) Kimi è sempre Kimi e, nello speciale "Eskimo" in onda in questi giorni su Sky Sport F1 (canale 207), ha spiegato a modo suo l'interesse per questo record.

"Forse un giorno guarderò a queste cose in modo diverso"

Eskimo, primo soprannome di Raikkonen oggi noto a tutti come Iceman, non fatto sapere di non avere alcun interesse per questo record. Il suo primo commento alla domanda di Mara Sangiorgio è stato un "Buha". Come a dire... chissene. Poi ha corretto il tiro, dicendo che "forse un giorno guarderò a queste cose in modo diverso". 

Il record e la "minaccia" Alonso

Che gli piaccia o no, però in Russia è record: 322esimo Gran Premio nel Mondiale F1, mentre l'11 ottobre, con il GP di Germania, diventerà il pilota che nella storia del Circus ha disputato il maggior numero di gare in assoluto. Occhio però a Fernando Alonso che insidia questo primato: se Raikkonen a fine anno si ritirerà, verrà sorpassato dallo Fernando Alonso che ha partecipato a 311 gare e tornerà con la Renault dal 2021.

Chi sono gli altri piloti vicini a questo record?

Tra quelli in attività, Lewis Hamilton è a quota con 259 e poi c'è Sebastian Vettel con 249. Per diverso tempo il record è stato nelle mani di Riccardo Patrese, che aveva lasciato la F1 con 256 partenze.