The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

Atletica, la Iaaf mantiene le sanzioni per la Russia: «Non è ancora pronta»

La Iaaf ha prorogato la sospensione della Federazione Russa di atletica dopo lo scandalo doping, anche se il nuovo presidente della federazione russa, Dmitriy Shlyakhtin, si sia scusato pubblicamente per tali pratiche. Il Congresso della Iaaf riunito a Londra, un giorno prima dell'inizio del Mondiale, ha deciso con 166 voti a favore e 21 contrari che la Federazione Russa rimane sospesa, come è dal novembre 2015. «Come federazione e come sport dobbiamo essere orgogliosi di quello che abbiamo realizzato con le misure che abbiamo intrapreso, ma sono ancora necessari alcuni passi», ha detto il presidente della Iaaf, Sebastian Coe. Uno dei motivi per cui non è stata revocata la sanzione è che l'agenzia antidoping russa non è ancora in grado di riprendere tutti i suoi compiti prima di novembre. Rune Andersen, a capo del team della Iaaf per il caso della Russia, ha dichiarato: «il destino della Russia è nelle loro mani hanno capito che devono cambiare la cultura antidoping del paese».

La Federazione Russa è stata sospesa a novembre 2015 dopo lo schianto della scandalo doping. Solo alcuni atleti russi che hanno superato i controlli fuori dal paese o che possono dimostrare la loro totale pulizia possono partecipare a gare internazionali sotto una bandiera neutrale. Al mondiale che prende il via domani nella capitale britannica parteciperanno 19 atleti russi. Shlyakhtin ha partecipato al Congresso della Iaaf ed ha detto, di fronte a tutti i membri, che non ci sarà più uno scandalo di queste dimensioni nell'atletica russa, dove lo Stato stesso ha promosso il doping tra gli atleti. «Il nostro obiettivo principale è quello di fare tutto il possibile in modo che i nostri atleti siano puliti», ha detto il nuovo capo della Federazione Russa.