The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

Twitch sotto accusa in Russia, chiesti 3 miliardi di dollari di rimborso e il blocco totale -
Multiplayer.it

Secondo quanto riferito da Kommersant, Twitch è stata posta sotto accusa dal grosso conglomerato Rambler Group in Russia, che avrebbe richiesto alla piattaforma di video streaming ben 3 miliardi di dollari di rimborso a causa di varie infrazioni rilevate nella trasmissione di contenuti coperti da copyright che potrebbero portare anche al blocco totale della piattaforma in tale area geografica.

Nel dettaglio, è emerso che vari utenti Twitch hanno trasmesso attraverso i propri livestream alcune partite della Premier League britannica, i cui diritti in Russia sono in possesso di Okko Спорт, parte del Rambler Group, che evidentemente non ha proprio preso bene la questione.

Sono stati rilevati 36.000 episodi di questo tipo, chiaramente contrari alla legge vigente in Russia, dunque Rambler Group ha chiesto 5 milioni di rubli per ogni sessione di streaming incriminata, per un totale di 180 miliardi di rubli, corrispondenti a circa 3 miliardi di dollari.

La richiesta prevede peraltro il blocco totale di Twitch in Russia a causa di questo contenzioso. A seguire il caso sarà la corte cittadina di Mosca, con un primo aggiornamento sulla vicenda che dovrebbe giungere questa settimana. Da parte sua, Twitch si è difesa dicendo di fare il possibile per evitare che gli utenti violino i diritti sui contenuti trasmessi, ma ha fatto anche notare come il procedimento e le prove apportate da Rambler siano alquanto lacunosi, con la mancanza di riferimenti temporali precisi e documentazione mancante.

Insomma, vedremo come si svilupperà la questione, anche perché potrebbe rappresentare un precedente importante sull'utilizzo di Twitch e i possibili guai legali a cui si può andare convegno mostrano quello che non si dovrebbe.