The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

Russia: la legge sugli “agenti stranieri” varrà anche per giornalisti e blogger?

Dieci Ong – Amnesty International, Article 19, Civil Rights Defenders, Committee to Protect Journalists, Human Rights Watch, International Federation for Human Rights, International Media Support, International Partnership for Human Rights, Norwegian Helsinki Committee e Reporters Without Borders – hanno lanciato l’allarme.

Il parlamento russo  (nella foto) sta esaminando una proposta di legge che allargherebbe lo status di “agente straniero” – che già è affibbiato alle Ong e ai mezzi d’informazione che ricevono fondi dall’estero, con sanzioni fino a due anni di carcere in caso d’inadempienza – anche a privati cittadini quali i giornalisti e i blogger. Il voto potrebbe avvenire entro la fine dell’anno.

Questa iniziativa legislativa, se approvata, avrebbe un effetto raggelante sui giornalisti indipendenti, che in Russia già si trovano a lavorare in un ambiente costrittivo.

La proposta autorizzerebbe le autorità a definire “agenti stranieri” singole persone che, attraverso finanziamenti dall’estero, diffondono informazioni al pubblico. Il testo non specifica la “quantità” di pubblico. Verrebbero così colpiti quei blogger e giornalisti che ricevono donazioni, stipendi o compensi per singoli articoli.

I blogger e i giornalisti etichettati come “agenti stranieri” sarebbero obbligati a registrarsi come tali presso il ministero della Giustizia e coloro che vivono all’estero dovrebbero iscriversi a un registro russo per poter pubblicare articoli in Russia. Tutte le informazioni e gli articoli dovrebbero riportare la dicitura “agente straniero”.

Un emendamento “gemello” al codice dei reati contro l’amministrazione potrebbe prevedere multe da 10.000 a cinque milioni di rubli (70.000 euro) per violazione delle norme sugli “agenti stranieri”.