The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

Ambasciatore iraniano a Mosca: Russia e Iran combattono il "terrorismo" economico degli USA

Martedì scorso si è recato a Mosca il nuovo ambasciatore iraniano, Kazem Jalali, ex parlamentare ed ex capo del Gruppo di amicizia parlamentare tra i due Paesi. Jalali ha sostituito Mehdi Sanai che dal 2013 rappresentava l'Iran nella Federazione Russa.

Alla vigilia della sua partenza da Teheran, in un'intervista rilasciata a Sputnik, ha fornito una propria valutazione circa lo stato in cui versano le relazioni bilaterali, ha espresso la sua intenzione di contrastare insieme alla Russia il "terrorismo" statunitense e ha parlato dei futuri record che batteranno le forze navali iraniane.

— L'Iran e la Russia sono due Paesi importanti e forti della regione. Le nostre relazioni dovrebbero progredire nella direzione di quelle strategiche. Penso che in ambito politico le nostre relazioni siano su un ottimo livello. In ambito culturale abbiamo rapporti stretti, ma occorre fare di più in questa direzione, perché entrambe le nazioni non si conoscono ancora molto bene, e a volte ci si guarda anche attraverso la mediazione operata dai Paesi occidentali. Dovremmo parlarci direttamente senza intermediari.

Per questo motivo, la comunicazione tra i due Paesi dovrebbe essere ampliata. A nostro avviso, il numero di turisti provenienti dalla Russia verso l'Iran e dall'Iran verso la Russia è basso. In tal senso possiamo certamente fare qualche cosa. La Russia è un paese vasto e di grande attrattiva sia dal punto di vista storico sia naturalistico. Lo stesso vale per l'Iran.

Un'altra area di cooperazione è il comparto economico. Il volume degli scambi commerciali tra i due Paesi è esiguo, meno di 2 miliardi di dollari. A mio parere, questo valore dovrebbe essere aumentato. Potremmo soddisfare la maggior parte delle nostre esigenze economiche attraverso il commercio con la Russia. La Repubblica Islamica dell'Iran, a sua volta, è in grado di commerciare frutta, verdura e prodotti ittici. Così potremmo essere più presenti sul mercato russo. In ambito economico, penso che dovremmo cercare di fare un salto di qualità, soprattutto da quando l'Iran ha firmato un accordo con l’Unione economica eurasiatica, ratificato poi dal Parlamento.

La Russia è uno dei maggiori produttori ed esportatori di cereali. L'Iran potrebbe essere una buona via di transito per le esportazioni di grano russo.