The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

"La Russia deve prendere l'iniziativa nei negoziati sul Kosovo" - analista - Sputnik Italia

Nelle elezioni parlamentari in Kosovo ha vinto il partito radicale "Autodeterminazione": Albin Kurti, leader di questa forza politica, è considerato il probabile futuro capo del governo dell'autoproclamata Repubblica. Nel governo serbo la vittoria di questa formazione politica è stata definita una minaccia per la sicurezza dell'intera regione balcanica. Come ha osservato il cancelliere tedesco Angela Merkel, il processo di riavvicinamento tra Belgrado e Pristina, avviato da Berlino e Parigi, si è fermato e dovrebbe riprendere dopo le elezioni kosovare.

"Il piano del 2008, che l'Unione Europea ha sviluppato congiuntamente con gli Stati Uniti, è fallito. Secondo il piano, la Serbia avrebbe dovuto riconoscere l'indipendenza del Kosovo, in cambio avrebbe ottenuto una rapida adesione all'Unione Europea. Per la crisi interna nell'Ue e una serie di problemi regionali, la Serbia non sarebbe entrata in tempi rapidi nella comunità europea, pertanto, Bruxelles ora non ha alcuna contropartita per Belgrado per il riconoscimento del Kosovo", ha affermato il politologo.

Secondo Prorokovic, questo è il motivo per cui "i negoziati sono falliti e Bruxelles ha perso l'iniziativa".

"Penso che Mosca dovrebbe prendere l'iniziativa per nuovi negoziati. La questione del Kosovo è regolata dalla risoluzione 1244 del Consiglio di Sicurezza dell'ONU del 1999. Tutti i problemi che esistono oggi sono legati alla violazione di questa risoluzione e il dialogo patrocinato dall'Europa l'ha ampiamente elusa. È nel nostro interesse tornare al diritto internazionale, qui il ruolo della Russia è fondamentale", ha sottolineato l'analista.

L'esperto ha rilevato che "quello che è stato proposto dall'Occidente non poteva essere implementato per molto tempo".

"Finché è valida la risoluzione 1244 del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, il Consiglio di Sicurezza dell'Onu è l'unico posto in cui si può discutere di Kosovo. Va ricordato che non un singolo problema regionale è stato risolto senza la Russia negli ultimi 200 anni nei Balcani. Ogni volta che abbiamo trascurato la Russia, siamo rimasti senza una soluzione e le relazioni regionali si sono complicate", ha sottolineato l'esperto.