The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

Kiev accusa Russia di voler portare nel Donbass nuove truppe “colorate”

La Russia sta schierando le proprie truppe verso i confini dell'Ucraina, che intende "mascherare" tra gli uomini del contingente di pace delle Nazioni Unite.

Lo ha dichiarato il segretario del Consiglio per la Sicurezza e la Difesa Nazionale dell'Ucraina Oleksandr Turchynov in un'intervista ai media ucraini.

"Saranno vani tutti i tentativi della Russia di "colorare" le proprie forze, che già hanno già iniziato a schierare verso i confini dell'Ucraina, sotto i vessilli del contingente di pace," — ha dichiarato Turchynov, senza tuttavia chiarire cosa intende per "colorare". Inoltre il funzionario ucraino non fornito nessuna prova alla sua teoria.

Inoltre ha espresso la persuasione che la legge sul reintegro del Donbass dovrebbe impedire alla Russia di "realizzare i suoi piani".

Il presidente russo Vladimir Putin aveva affermato in precedenza di sostenere l'idea di una missione di pace delle Nazioni Unite in Ucraina orientale, ma solo con il compito di provvedere alla sicurezza del personale OSCE e a condizione che i caschi blu vengano schierati esclusivamente lungo la linea di contatto del fronte nel Donbass. Allo stesso tempo, come sottolineato dal portavoce del Cremlino Dmitry Peskov, la posizione della Russia sul dispiegamento delle forze di pace in Ucraina è flessibile.

Venerdì il capo della diplomazia di Kiev Pavlo Klimkin aveva dichiarato che l'Ucraina, gli Stati Uniti, la Germania e la Francia avevano quasi completato la stesura della bozza di risoluzione per la missione di pace dell'ONU nel Donbass.

Nel gennaio 2015 il Parlamento ucraino aveva adottato una dichiarazione in cui la Russia veniva definita "Paese aggressore", dato che Kiev crede che Mosca interferisca nella sua politica interna e sia parte del conflitto nel Donbass. Questa tesi non è accompagnata da nessuna prova oggettiva.