The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

USA, senatore neocon Graham: “non siamo una nazione unita senza punire la Russia”

Lo ha affermato sulla NBC.

Il senatore è sicuro al "mille per cento" che i servizi segreti russi hanno violato la corrispondenza di John Podesta, direttore dello staff di Hillary Clinton, e i server del Partito Democratico e "hanno seminato caos" negli Stati Uniti.

"Credo che non potremo restare un Paese unito finchè non puniremo la Russia", — ha detto Graham.

Ha sottolineato che gli hacker non hanno potuto influenzare l'esito delle elezioni, però a suo parere ci "hanno tentato con insistenza", pertanto queste azioni non possono essere lasciate senza risposta.

Il senatore ha riferito di aver preparato un nuovo pacchetto di sanzioni contro la Russia "bipartisan" ed ora intende presentarlo al presidente.

Ad ottobre il Dipartimento della Sicurezza Nazionale e i vertici della National Intelligence avevano sostenuto il coinvolgimento di Mosca negli attacchi degli hacker contro le istituzioni politiche americane. Successivamente attraverso i media la CIA ha imputato la Russia di aver violato i server del Partito Democratico per aiutare Donald Trump a vincere le elezioni presidenziali.

Trump ha definito queste accuse inverosimili ed ha notato che i suoi avversari politici, i rappresentanti del Partito Democratico, stanno cercando in questo modo di mettere in discussione i risultati delle elezioni e assolversi dalle responsabilità per la sconfitta elettorale.

A Mosca sono state smentite le accuse di ingerenza e di attacchi hacker: sono state definite infondate. Nessuna prova oggettiva sul coinvolgimento diretto della Russia è stata presentata.