The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

Ambasciatore Iran in Russia: "Sappiamo chi c'è dietro all'assassinio di Mohsen Fakhrizadeh"

L'uccisione del fisico iraniano, avvenuta lo scorso 27 di novembre, ha scosso la Repubblica Islamica d'Iran, che ha promesso vendetta.

La Repubblica islamica d'Iran è a conoscenza dell'identità dei responsabili dell'uccisione del fisico nucleare Mohsen Fakhrizadeh. A riferirlo in un'intervista ai media russi è l'ambasciatore di Teheran nella Federazione, Kazem Jalali.

"In generale, non è una grande notizia che i nostri nemici usino il terrorismo contro l'Iran. Inoltre, sappiamo chi c'è dietro tutto questo, compresi alcuni governi", sono state le parole dell'ambasciatore.

In seguito all'attentato, il parlamento iraniano ha ratificato un piano nazionale per l'incremento dell'attività nucleare del Paese, definendo lo standard di produzione di uranio arricchito al 20% ad almeno 120 chilogrammi l'anno.

L'assassinio di Mohsen Fakhrizadeh

Lo scorso 27 di novembre il ministero della Difesa iraniano ha confermato la morte del famoso scienziato nucleare iraniano Mohsen Fakhrizadeh, con cui collaborava. In un comunicato stampa, il dicastero militare ha qualificato l'uccisione dello scienziato come attacco terroristico.

Il ministro degli Esteri iraniano Mohammad Javad Zarif, così come il consigliere dell'Ayatollah Khamenei hanno affermato di ritenere che dietro l'assassinio ci sia la regia di Israele.

Come riportato dall'agenzia di stampa iraniana Fars, l'attacco è stato caratterizzato da colpi di arma, esplosi da un'arma automatica controllata in remoto e da un'esplosione.