The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

Il Giappone e la Russia erano molto vicini alla firma del trattato di pace nell'autunno 2018 - Abe

Il Giappone e la Russia erano molto vicini alla firma di un trattato di pace nell'autunno del 2018, ha detto l'ex primo ministro giapponese Shinzo Abe al quotidiano Nikkei in un'intervista pubblicata sabato.

"C'era la percezione che ci stessimo avvicinando ai colloqui volti alla firma del trattato di pace", ha detto Abe nell'intervista con il Nikkei.

Abe ha sottolineato che, durante la visita del 2016 in Giappone, il presidente russo Vladimir Putin aveva l'intenzione di trovare una soluzione alla disputa lunga anni. Dal punto di vista del primo ministro giapponese, i paesi erano particolarmente vicini alla firma di un trattato di pace nel novembre del 2018.

Abe ha aggiunto che l'escalation delle tensioni nelle relazioni tra Russia e Stati Uniti sulla Crimea aveva precedentemente impedito a Mosca e Tokyo di firmare un trattato di pace.

La disputa russo-giapponese sulle isole Curili

Nel 1956, l'Unione Sovietica e il Giappone firmarono una dichiarazione congiunta, nella quale Mosca avrebbe accettato, dopo aver concluso un trattato di pace, di considerare la possibilità di trasferire Khabomai e Shikotan.

Tuttavia, i successivi negoziati, non portarono a nulla e alcun vero e proprio trattato di pace venne mai firmato dal momento che il Giappone è rimasto a lungo fermo sulla posizione che prima le quattro isole Curili sarebbero dovute essere restituite, e solo dopo sarebbe stata firmata la pace, mentre la Russia è sempre rimasta ferma sul fatto che il Giappone avesse prima di tutto dovuto riconoscere l’esito della II Guerra Mondiale, compresa la sovranità russa sulle isole.