The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

Russia continua ad aggiornare aereo intercettore sovietico per adoperarlo fino al 2030

La Russia oltre a lanciare nuovi aerei come il Su-57 continua ad aggiornare sistemi d’arma dei tempi della guerra fredda, a dimostrazione che non hanno ancora perso la loro utilità in combattimento. Infatti il National Interest sostiene che il Su-57 in qualche maniera sia un passo indietro rispetto al MiG-31, intercettore della guerra fredda.

Secondo l’autore di un articolo della rivista americana di difesa National Interest, il Su-57, nonostante sia un aereo avanzato, sarebbe un passo indietro rispetto all’intercettore di era sovietica MiG-31

Oggi il MiG-31 è l'intercettore a lungo raggio standard delle Forze aerospaziali russe e dovrebbe continuare a servire l’aeronautica fino agli anni '30 di questo secolo. È attualmente in fase di implementazione un "upgrade di mezza età" del MiG-31: il MiG-31BSM. Questa modifica integra molte nuove armi d’attacco sul MiG-31 e modernizza la maggior parte dei sistemi di controllo e di rilevazione. Il MiG-31 è stato anche scelto come principale aereo da trasporto per il missile ipersonico Kinzhal.

Tuttavia nell'agosto 2018, i media russi hanno annunciato che un lavoro di progettazione sperimentale stava iniziando su un intercettore puro di nuova generazione che dovrebbe sostituire il MiG-31. A seguito della convenzione di denominazione degli altri progetti aeronautici di prossima generazione della Russia (PAK), il nuovo progetto di intercettore si chiama PAK DP/MiG-41, o intercettore a lungo raggio del Complesso d’aviazione futuro (Prospective Aviation Complex Long-range Interceptor).

La soluzione di lanciare una linea di intercettori dedicati sorprende l’autore del National Interest perché il caccia di nuova generazione PAK-FA/Su-57 che entrerà in pieno servizio nel 2020 in molti modi è in grado di svolgere lo stesso ruolo del MiG-31. Ha un radar avanzato, può mantenere una velocità Mach 1+ senza l'uso di postbruciatori e può essere armato con missili aria-aria a lungo raggio.

Mentre l'autonomia è inferiore a un MiG-31, il rifornimento aria-aria può completare il divario. Quindi l’autore si chiede perché il governo russo abbia deciso di avviare le ricerche su un nuovo intercettore e afferma che ci sono un paio di ragioni per cui il governo russo considera ancora necessario il PAK DP/MiG-41.

La prima ragione è che il PAK DP potrebbe costituire la natura multi-ruolo delle precedenti conversioni MiG-31 e MiG-25. Un aereo vicino alla concezione originale dell'F-111 americano potrebbe essere stato considerato dalla Russia nel PAK DP: qualche cosa in grado di trasportare una tonnellata di missili a lungo raggio e in grado di eseguire attacchi con una vasta gamma di munizioni (comprese quelle ipersoniche) mentre viaggia a velocità altissime.

Un'altra possibile ragione è che la Russia desidera mantenere viva l'eredità della MiG all'intimo della United Aircraft Corporation (UAC). Dal momento che Sukhoi ha svolto la maggior parte del lavoro di progettazione e il suo nome è stato assegnato al PAK FA (nella designazione del Su-57), MiG ha bisogno di un progetto di prossima generazione su cui lavorare, afferma l’autore dell’articolo. Il MiG-31, sebbene avanzato, non fa ancora parte della famiglia PAK di prossima generazione e dunque in questa maniera il MiG-41 andrebbe a sostituirlo.

L'ultima ragione è che il VVS potrebbe voler dimostrare in futuro la propria forza di intercettore contro i futuri sviluppi della tecnologia UAV. Mentre il PAK FA è veloce, rappresenta un passo indietro nella velocità rispetto al MiG-31. Mentre l'SR-71 Blackbird è ormai andato in pensione, gli UAV che incorporano parte della sua tecnologia potrebbero entrare in servizio in futuro. Dunque la Russia, a detta dell’autore, potrebbe aver bisogno di un aereo che possa davvero spingere i limiti di velocità per intercettarli e mantenere sicuro il proprio spazio aereo.