The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

Ministero degli Esteri russo commenta espulsione di diplomatico bulgaro dalla Russia

Una fonte del ministero degli Esteri, commentando per Sputnik le dichiarazioni dei media sull'espulsione di un diplomatico bulgaro dalla Russia, ha affermato che si trattava di una "risposta speculare", della quale la parte russa aveva già dato preavviso.

"Questa è la risposta speculare sulla quale avevamo già dato un preavviso", ha detto.

"Il fatto che la parte bulgara abbia deciso di rendere pubblico questo, conferma la sua mancanza di altri motivi informativi", ha aggiunto.

In precedenza, Reuters ha riferito che la Russia ha bandito un diplomatico bulgaro dopo che Sofia ha rifiutato un visto per il nuovo adibito militare russo. Secondo l'agenzia, l'ambasciatore bulgaro a Mosca, Atanas Krastin, è stato informato che il diplomatico avrebbe dovuto lasciare la Russia entro le prossime 24 ore in conformità con il protocollo diplomatico.

A ottobre, è stato reso noto che le autorità bulgare hanno bandito un diplomatico russo dal paese, in quanto sospettato di attività d'intelligence. Il viceministro degli esteri Alexander Grushko, dopo questo, ha annunciato le misure di ritorsione che la Russia avrebbe intrapreso.

A ottobre, è stato anche riferito che le autorità bulgare si sono rifiutate di rilasciare un visto per un adibito militare presso l'ambasciata russa a Sofia. La soluzione di rifiutare un visto è stata presa su raccomandazione di un dipartimento senza nome, con il quale è stato concordato l'appuntamento. Il Ministero degli Esteri bulgaro ha dichiarato che Mosca è stata informata di questa soluzione.

La portavoce del ministero degli Esteri Maria Zakharova ha dichiarato che l'agenzia non ha commentato il rifiuto della Bulgaria di un visto all'adibito militare dell'ambasciata russa a Sofia, ma si basava sul principio diplomatico della reciprocità.