The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

Odissea per 10 tigri in viaggio dall'Italia in Russia, interviene LAV

Per il trasporto di un gruppo di tigri italiane, rimaste bloccate a bordo di un camion al confine tra Polonia e Bielorussia in direzione del Daghestan, regione meridionale russa, era stata scelta una società che trasporta cavalli e non aveva equipaggiato il veicolo per il trasporto dei grandi felini.

Lo ha raccontato a Sputnik Andrea Casini, membro della Lega Anti Vivisezione.

In precedenza era stato riferito che il 22 ottobre un camion con dieci tigri a bordo aveva lasciato la città italiana di Latina alla volta del Daghestan. Sabato 26 ottobre il conducente del veicolo era giunto al confine polacco-bielorusso. I doganieri polacchi avevano lasciato passare senza problemi il camion, ma le guardie di frontiera bielorusse si sono rifiutate di farlo entrare nel Paese. Una delle tigri non ha retto lo stress del viaggio ed è purtroppo morta.

Secondo Casini, le tigri sono state comprate da un'azienda privata a conduzione familiare che alleva tigri ed altri animali esotici affini.

"E' una famiglia a sufficienza nota in Italia. In precedenza allevavano orsi e scimmie, ma ora è stato vietato", ha detto l'interlocutore dell'agenzia.

​Casini ha anche affermato che la Lega Anti Vivisezione intende sporgere una denuncia alla polizia per aprire un'indagine sulla transazione.