The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

Cieli Aperti, la Russia effettuerà un volo di ricognizione in Lettonia

Militari dell'aviazione russa effettueranno un volo di osservazione nei cieli della Lettonia nell'ambito del trattato Cieli Aperti.

A darne l'annuncio è il direttore del Centro russo per la diminuzione del azzardo nucleare Sergey Ryzhkov, che ha precisato che i voli di ricognizione saranno effettuati tra il 28 ottobre e il 1 novembre.

"Come parte del trattato internazionale Cieli Aperti la Russia ha intenzione di condurre un volo di osservazione su un aeromobile An-30B sui cieli della Lettonia", ha dichiarato Ryzhkov al quotidiano ufficiale delle forze armate russe Krasnaya Zvezda (Stella Rossa).

Il volo sarà effettuato tra oggi e venerdì prossimo e la sua estensione potrà giungere fino agli 800 km.

Al contempo, la Svezia, la Danimarca e la Norvegia effettueranno un volo di ricognizione nei cieli russi su un aereo SAAB-340 che partirà dall'aeroporto di Kubinka.

Il trattato Cieli Aperti

Il trattato Cieli Aperti è stato siglato il 24 marzo 1992 a Helsinki ed è entrato in vigore nel 2002 come parte del programma internazionale che mirava a superare il clima di tensione internazionale della Guerra Fredda.

Ad oggi, sono 34 i Paesi che hanno aderito al trattato, il quale consente a ciascuno di essi la possibilità di effettuare periodicamente dei voli di osservazione nei cieli degli degli altri scopi allo scopo di promuovere la trasparenza sulle attività militari condotte dai paesi membri secondo il concetto dell'osservazione aerea reciproca.

Ieri il Wall Street Journal ha riportato un'indiscrezione secondo la quale il presidente USA Donald Trump avrebbe firmato un documento per il ritiro degli USA dal trattato.