The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

La Russia presenterà la sua base lunare orbitale negli USA

La Federazione Russa presenterà il progetto di una parte della sua base lunare orbitale durante il 70° Congresso astronautico internazionale, in programma a Washington dal 21 al 25 ottobre.

La struttura, che in futuro sarà utilizzata come punto d'appoggio per le operazioni sulla superficie lunare sarà presentata dalle compagnie Russian Rocket e Space Corporation Energia.

"Il nostro rapporto presenta le nostre idee di uno dei segmenti per la base lunare orbitale , il cui scopo principale sarà quello di fornire supporto e di garantire i rifornimenti necessari alle missioni sulla superficie lunare", si legge nel documento congiunto rilasciato dalle due aziende.

Al momento attuale non sono state specificate le modalità di funzionamento del modulo e non è stato reso noto se la struttura sarà utilizzata per rendere possibile l'atterraggio di personale umano sulla Luna o per inviare lander e robot.

La Roscosmos e la NASA nel convegno del Congresso astronautico internazionale del 2017 hanno siglato un accordo per realizzare una piattaforma orbitale sulla Luna, nota con il nome di Deep Space Gateway.

La base lunare di Roscosmos

Di attuale l'agenzia spaziale russa Roscosmos ha reso noto di aver investito circa 500 milioni di dollari nella creazione di una base lunare autonoma, la Patron Moon, la quale sarà alimentata grazie all'aiuto di una mini centrale nucleare e che sarà in grado di ospitare fino a 50 ospiti contemporaneamente.

Secondo le stime, un posto nella base potrà costare una cifra compresa tra i 10 e i 30 milioni di dollari.

Il programma lunare russo

La Russia, così come altri Paesi, ha un programma di esplorazione lunare molto ambizioso che prevede di lanciare un nuovo veicolo pesante entro la prossima decade e di utilizzarlo per creare una base permanente sulla superficie del satellite terrestre.