The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

Regno Unito rifiuta di esportare in Russia sostanze per produrre antidolorifici

Il Regno Unito si è rifiutato di consegnare alla Russia sostanze per la produzione di antidolorifici in Russia. Lo ha dichiarato ieri nella Giornata Mondiale degli hospice e delle cure palliative il direttore della Fabbrica Endocrina di Mosca Mikhail Fonarev.

Secondo Fonarev la produzione russa dipende completamente da sostanze oppiacee che vengono acquistate in diversi paesi che hanno imposto vari round di sanzioni contro Mosca, tra cui la Spagna e la Gran Bretagna, le quali ora si rifiutano di esportarle. Fonarev ritiene che questa condizione possa influire negativamente sulla sicurezza nella fornitura dei farmaci nel paese, scrivono i media russi.

Allo stesso tempo, per coltivare le proprie varietà di semi di papavero in Russia e diventare indipendenti nella produzione di antidolorifici, è necessario modificare la legislazione vigente.

Fonarev ha detto che per coprire completamente la domanda di medicinali del paese e diventare indipendenti dalle importazioni, ci vorrebbero circa 200 ettari di suolo nero (il terreno fertile della Russia)  per la coltivazione di piante medicinali.

Ad aprile, si è appreso che la Russia avrebbe iniziato a produrre uno dei più forti analgesici oppioidi con le sue stesse materie prime. A tal fine, il Ministero della Salute ha preparato documenti sull'ampliamento delle quote statali per la produzione di Remifentanil. Il farmaco è molto più forte della morfina e aiuterà ad alleviare la sofferenza dei malati terminali. I primi 10.000 flaconi verranno introdotti sul mercato nel 2022.