The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

L'esperto sulla previsione dell'autrice norvegese sulla disgregazione della Russia

La scrittrice Erika Fatland che ha predetto la disgregazione della Russia tra 100 anni, approccia il problema unilateralmente.

Questo parere è stato espresso in un'intervista dal professore del dipartimento della pubblica amministrazione e sicurezza nazionale dell'accademia del ministero degli esteri russo Ivan Surma.

Come ha sottolineato l'esperto, l'autrice è stata nei paesi confinanti con la Russia, che ad eliminazione della Cina, "non sono in realtà in una buona posizione". Secondo lui, per capire l'essenza del problema la scrittrice ha bisogno di andare in Russia e vedere i cambiamenti avvenuti dopo la sua ultima visita del paese.

Un centinaio di anni fa, quando avvenne la rivoluzione del 1917, molti hanno predetto il crollo della Russia ma questo non è accaduto, ha ricordato Surma. "In questi paesi ci sono stati incontri con i circoli dell'opposizione. Per correttezza avrebbe dovuto parlare con i gruppi che in un modo diverso percepiscono la Russia. Naturalmente, questo punto di vista, è parziale e più politicizzato", ha concluso.

L'autrice ha visitato 14 confini con la Russia, ha fatto una previsione sul futuro del paese nei prossimi cento anni, sulla base delle sue impressioni.

La scrittrice ha viaggiato per 259 giorni, al fine di descrivere la Russia "al di fuori". Nel corso del suo viaggio si è recata in paesi che, a suo parere, "sono stati esposti all'influenza" dell'Impero Russo e dell'Unione Sovietica, in virtù della  posizione geografica. Ha concluso che i russi sono pronti a "cogliere tutte le opportunità" per aumentare il territorio. Inoltre, è sicura che il paese attende la stessa sorte di ogni "altro impero". In definitiva, la scrittrice ha dichiarato che la Russia "si espanderà fino a quando non crolla".