The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

Sondaggio: gli inglesi non vogliono un conflitto con la Russia per la Siria

Gli inglesi non vogliono entrare in conflitto per la Siria risulta dai dati del sondaggio Sky Data Poll.

Gli intervistati nel sondaggio sono divisi sulla necessità delle forze armate britanniche di intervenire nel conflitto in Siria come reazione al presunto attacco chimico nella città di Duma. Il 36% degli intervistati ha sostenuto l'operazione e il 37% si è opposto.

Tuttavia, l'opinione è cambiata in risposta alla domanda se sosterrebbero un'azione militare in Siria del Regno Unito, se questa dovesse portare ad un conflitto con la Russia. Pertanto, il numero di sostenitori dell'intervento è sceso al 28% e il numero di avversari è salito al 48%.

Il quotidiano Times, citando una fonte, ha detto che gli aerei della British Air Force sono pronti a colpire in Siria. In precedenza, i media hanno riferito che il primo ministro britannico Theresa May nel corso di una conversazione con il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha rifiutato di partecipare alle operazioni contro Damasco, chiedendo più prove sul presunto uso di armi chimiche nella città siriana Duma.

In precedenza, è stato pubblicato un video del presunto attacco con armi chimiche avvenuto a Duma, filmato dai Caschi Bianchi. L'organizzazione afferma che il suo obiettivo è la protezione dei civili siriani, ma i membri dei Caschi Bianchi sono stati ripetutamente stati accusati di avere legami con i terroristi. Allo stesso tempo, l'esercito russo ha avvertito in anticipo che nella regione orientale Ghouta sarebbe stata organizzata una provocazione con armi chimiche della quale sarebbe stata accusata Damasco.