The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

Il commercio tra Ucraina e Russia nel 2017 è cresciuto più che con l'UE

Il fatturato del commercio tra Russia e Ucraina nel periodo da gennaio a novembre 2017 è aumentato del 28,6% pari a 9,36 miliardi di dollari. Durante lo stesso periodo di tempo, il commercio tra l'Ucraina e l'Unione europea è aumentato del 27,6%, pari a 29,3 miliardi di dollari. Lo dicono le stime della Banca Nazionale di Ucraina (NBU).

L'importazione di prodotti russi in Ucraina è cresciuta da gennaio a novembre 2017 del 38,6% (6,3 miliardi di dollari) rispetto allo stesso periodo del 2016, mentre le esportazioni di merci ucraine verso la Russia sono aumentate nello stesso periodo del 11,9% (fino a 3,06 miliardi di dollari).

L'esportazione di prodotti ucraini verso l'Unione Europea da gennaio a novembre 2017 è aumentato a sua volta del 32,7% (a 12,8 miliardi di dollari Usa), mentre l'importazione di merci da parte dell'UE è aumentato del 23,9% in Ucraina (fino 16,5 miliardi dollari).

In precedenza, il rappresentante commerciale dell'Ucraina Natalia Mykolskаya aveva sottolineato che, in seguito all'interruzione delle relazioni commerciali tra Mosca e Kiev, l'economia ucraina ha subito "una perdita enorme."

Alla fine del 2015 le autorità ucraine hanno adottato due risoluzioni: l'abolizione della zona di libero scambio (FTA) con la Russia nell'ambito della CSI e l'embargo su alcuni prodotti russi. Alla fine del 2017, l'Ucraina ha prorogato la validità di queste risoluzioni per un anno.

Le autorità russe, a loro volta, agli inizi del 2016 hanno posto fine all'accordo di libero scambio con l'Ucraina in seno al CIS al fine di proteggere il proprio mercato. Inoltre, la Russia ha imposto dazi doganali e un embargo alimentare, in modo simile a quello che si applica ai paesi che hanno imposto le sanzioni contro Mosca.