The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

La Russia ha salvato la Siria dalla frantumazione in diversi stati

La Russia ha salvato l'integrità della Siria, evitando la comparsa sul suo territorio di stati con regimi marionetta, ha detto il primo vice presidente del comitato della Duma per la difesa, Andrej Krasov.

"La Russia ha custodito l'integrità della Siria, l'ha salvata dalla presenza sul territorio di formazioni multi-governative con regimi marionetta.

Fondamentalmente importante è la posizione della Russia: il destino della Siria non deve sceglierlo il presidente americano, non i leader europei, non i sovrani delle monarchie del Medio Oriente, per quanto si credano democratici, il destino della Siria deve deciderlo il popolo siriano" ha dichiarato Krasov in una riunione della Duma.

Il deputato ha anche ricordato i successi diplomatici russi per la tregua civile e l'introduzione delle zone di de-escalation. Secondo Krasov, distruggendo lo Stato Islamico, la Russia ha pagato un debito non suo, ma internazionale. Come ha aggiunto il deputato, ora la nuova sfida è l'avvio di un processo politico, sotto l'egida delle Nazioni Unite. In questo caso, oltre al recupero della pace civile è necessario il recupero dei legami culturali e religiosi.

Il conflitto armato in Siria è in corso dal marzo 2011. Secondo le Nazioni Unite, sono morte più di 220 mila persone. I negoziati per risolvere la condizione si svolgono ad Astana e Ginevra. La Russia ha svolto un'operazione contro lo Stato Islamico da settembre 2015 dopo la richiesta ufficiale di Damasco. L'11 dicembre il presidente Vladimir Putin, parlando ai militari in servizio alla base di Chmeim, ha dato l'ordine di ritiro delle truppe dalla Siria dopo la sconfitta totale dello Stato Islamico dal paese. In Siria continuano a funzionare le due basi militari russe a Tartus e Chmeim.