The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

Giappone, ministero Esteri definisce condizione per relazioni strategiche con la Russia

Le relazioni tra Mosca e Tokyo potranno essere davvero strategiche se sarà risolto il problema di un trattato di pace. Lo ha dichiarato il ministro degli Esteri giapponese Taro Kono a RIA Novosti.

"Voglio trovare una via d'uscita a questa condizione perché se fra Russia e Giappone si stabiliranno relazioni davvero strategiche, ciò andrà a beneficio non solo della regione Asia-Pacifico ma anche della comunità internazionale nel suo complesso", ha detto Kono.

A questo proposito i progetti sulle attività economiche congiunte che le parti intendono attuare nelle isole Kunashiri, Shikotan, Iturupe e Habomai sono di particolare importanza.

"Il fatto che giapponesi e russi insieme dipingeranno un quadro del futuro delle quattro isole servirà per l'approfondimento della comprensione e fiducia reciproca. Sono convinto che questo sarà un grande vantaggio per la conclusione di un trattato di pace", ha sottolineato il ministro giapponese.

Le relazioni fra Russia e Giappone sono state danneggiate per molti anni dall'assenza di un trattato di pace. Tokyo pretende le isole Kunashir, Shikotan, Etorofu e Habomai in virtù del Trattato bilaterale dei confini e del commercio del 1855.

Nel 1956 l'Unione Sovietica e il Giappone hanno adottato una dichiarazione congiunta in cui Mosca ha accettato di prendere in considerazione la possibilità di cedere Habomai e Shikotan al Giappone dopo la conclusione di un trattato di pace. Kunashir e Iturup rimangono escluse.

L'URSS sperava che la dichiarazione congiunta avrebbe posto fine alla disputa. Per il Giappone, invece, questo documento è solo una parte della soluzione del problema: Tokyo non rinuncia a rivendicare tutte le isole. I negoziati successivi non portarono a nulla e il trattato di pace non fu mai concluso. La posizione di Mosca è che le isole sono diventate parte dell'URSS dopo la seconda guerra mondiale e la sovranità della Russia su di loro è fuori discussione.