The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

Russia rifiuta al Montenegro estradizione di sospetto golpista

La Russia non ha intenzione di consegnare al Montenegro il cittadino originario di Podgorica Ananie Nikic, sospettato di aver preso parte al tentativo di colpo di stato nel Paese balcanico un anno fa, ha riferito a RIA Novosti l'ufficio stampa della Procura Generale russa.

La Procura ha confermato di aver esaminato la richiesta del ministero della Giustizia montenegrino per estradare Nikic. Tuttavia l'uomo ha ricevuto lo status di rifugiato in Russia, pertanto l'estradizione in Montenegro è stata respinta.

Si sottolinea che la Procura Generale russa nel prendere questa soluzione si è attenuta alla convenzione europea sull'estradizione del 1957.

La corrispondente soluzione è stata notificata al ministero della Giustizia del Montenegro lo scorso 9 ottobre.

Secondo i media montenegrini, Nikic era un traduttore del Fronte Democratico, un partito d'opposizione in Montenegro. L'uomo è sospettato dalle autorità montenegrine di aver pianificato attacchi terroristici durante le elezioni parlamentari dell'ottobre dello scorso anno.

Nel giorno delle elezioni le autorità del Montenegro hanno arrestato 20 cittadini serbi con l'accusa di preparare un attacco terroristico e organizzare un colpo di stato. Secondo l'inchiesta, il gruppo doveva occupare il Parlamento all'annuncio dei risultati elettorali e "proclamare la vittoria di un partito" e "neutralizzare il primo ministro". Podgorica aveva chiesto all'Interpol di inserire nella lista dei ricercati Ananie Nikic, i russi Eduard Shirokov e Vladimir Popov, nonché diversi serbi.