The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

USA e Corea del Nord cercano intermediario nella Russia

“L’amministrazione Trump è delusa dalla Cina perché essa non vuole usare la sua influenza sulla Corea del Nord, la quale importa il 90% dei prodotti dalla Cina, nonostante Pechino abbia sostenuto le sanzioni ONU questo mese, scrivono Katrine Hill e Katrina Manson nel Financial Times. Dunque gli USA si sono rivolti alla Russia come intermediario.

"È evidente che gli USA stanno verificando l'accesso della Russia alla Corea del Nord, e la sua influenza sul paese" ha detto un diplomatico occidentale. "Tra marzo e aprile il segretario di stato Rex Tillerson ha verificato l'accesso all'influenza della Cina e ora tenterà lo stesso con la Russia".

Le autrici dell'articolo ricordano che questo mese Tillerson ha accennato al fatto che Russia e Cina sono dei paesi con dei canali di comunicazione privilegiati con Pyongyang. "Spero che potranno usare la loro influenza, credo che essi abbiano la possibilità di convincere il regime ad avviare il dialogo" ha detto Tillerson.

"Gli USA si aspettano una risposta positiva da Pyongyang, ma lo fanno anche per capire quanto sia forte l'influenza della Russia nel portare la Corea del Nord al tavolo dei negoziati" ha detto il suddetto anonimo diplomatico.

"Tuttavia l'aspettativa americana che la Russia possa avere un ruolo chiave nel risolvere questa crisi, suscita scetticismo a Mosca" si legge nell'articolo. "Secondo gli esperti russi il sostegno della Russia insieme alla Cina delle ultime sanzioni contro la Corea dal Consiglio di sicurezza ONU, ha annullato quella minima influenza che poteva avere sull'ex alleato".

Le giornaliste spiegano che Mosca 17 anni fa hafirmato un accordo di amicizia con la Corea del Nord il quale non prevede nessun tipo di supporto a Pyongyang in caso di attacco militare, il quale ha sostituito il vecchio trattato sovietico-nordcoreano di alleanza.

"La Corea del Nord ha già ridotto le sue aspettative nei nostri confronti. Almeno non ci accuseranno e non ci attaccheranno con retorica aggressiva" ha detto Andrey Sukhinin, ex ambasciatore della Russia a Pyongyang. "Tuttavia nelle ultime sue dichiarazioni la Corea del Nord ha criticato la Russia per aver sostenuto le sanzioni USA".

Sukhinin "aggiunge che i ringraziamenti pubblici di Trump a Cina e Russia per aver sostenuto le sanzioni ONU contro la Corea del Nord, è stata particolarmente inopportuna" si legge nell'articolo. "Se questo continuerà la Corea del Nord potrebbe allontanarsi da noi" ha detto Sukhinin. "Si sentono isolati e in risposta a questo estendeno il loro programma nucleare".