The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

Media: le sanzioni USA minano la redditizia cooperazione Russia-UE nel settore energetico

La redditizia cooperazione tra le compagnie petrolifere e del gas straniere e russe può essere interrotta dalle nuove sanzioni occidentali. Lo scrive il Deutsche Wirtschafts Nachrichten.

Il primo agosto 2017 la superpetroliera russa Christophe De Margerie, di proprietà della società "Novatek", ha iniziato il trasporto di gas naturale liquefatto dalla Norvegia alla Corea del Sud. Secondo la pubblicazione, si tratta del primo tentativo di cooperazione tra la Russia e la Norvegia nel trasporto di gas naturale liquefatto sul mercato mondiale.

A questo proposito, non è escluso che le navi cisterna russe continuino a collaborare con l'Unione Europea in futuro. La compagnia petrolifera norvegese Statoil sta cooperando con la Russia da un lungo periodo. La Statoil svolge attività nel Mare di Barents, nel Mar di Okhotsk e nell'Artico. Il costo dei progetti in alcuni settori è tra i 30 e i 62,5 miliardi di dollari. A sua volta, la società russa "Rosneft" ha il diritto di partecipare ai progetti norvegesi di petrolio e gas nel Mare del Nord e nella parte norvegese del Mare di Barents. Inoltre è in programma l'estrazione congiunta di petrolio e gas in Siberia occidentale e nella regione di Stavropol.

Non è ancora chiaro se la Statoil abbandonerà i progetti comuni e la collaborazione con la Russia se gli USA dovessero introdurre nuove sanzioni contro Mosca, si chiede il giornale tedesco. Tali sanzioni, secondo la pubblicazione, avrebbero infatti l'obiettivo di interrompere questo genere di collaborazioni tra UE e Russia nel settore energetico in modo che gli americani possano facilmente conquistare il mercato europeo ponendo fine all'egemonia russa.