The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

La Russia ha consegnato alle Nazioni Unite i dati sui test missilistici del Nordcorea

Il ministero della Difesa russo ha inviato alle Nazioni Unite i documenti che confermano che la Corea del Nord il 4 luglio ha testato missili a medio raggio.

La Corea del Nord lo scorso 4 luglio ha testato l'ennesimo missile balistico. La Russia ha dichiarato che si trattava di un missile a medio raggio; gli Stati Uniti sostengono fosse un missile intercontinentale. Il lancio del missile nordcoreano è stato il tema di una seduta d'emergenza del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, tenutasi il 5 luglio. Stati Uniti, Francia e Regno Unito sono a favore dell'introduzione di nuove sanzioni contro Pyongyang. Il vice ambasciatore russo Vladimir Safronkov ha detto che le sanzioni non risolvono i problemi della penisola coreana.

"Il 4 luglio 2017 il radar Voronezh, situato nella regione di Irkutsk, ha registrato il lancio di un missile a medio raggio classe Hwaseong da parte della Corea del Nord", si legge in una nota che accompagna la documentazione del ministero russo.

"Il razzo ha volato per circa 14 minuti, l'altitudine massima raggiunta è stata di 535 km; la distanza di volo 510 km. Il missile è precipitato nel Mar del Giappone", precisa il documento.

Gli Stati Uniti hanno presentato il loro progetto di risoluzione al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite. La Russia ha impedito questo progetto affermando che il missile lanciato dalla Corea del Nord non è intercontinentale, come sostiene Washington, ma a medio raggio. La rappresentanza russa ha quindi chiesto alla controparte statunitense di apportare le dovute modifiche al progetto.