The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

UE: i paesi del G7 in Italia mantengano posizione precedente sulla Russia

L'Unione Europea si aspetta che i leader dei paesi del G7 al vertice in Italia mantengano la precedente posizione occupata riguardo la Russia, anche rispetto alle sanzioni.

Lo ha detto ai giornalisti un rappresentante dell'Unione Europea, commentando l'ordine del giorno del vertice del G7 in Italia, e ha sottolineato che la questione delle sanzioni "sicuramente sarà discussa a Taormina".

"Riguardo la Russia e l'Ucraina, ad modello, di cui si discuterà a giugno, ci aspettiamo che la posizione del G7, espressa ad Ellmau nel 2015, e a Ise nel 2016, sarà confermata nell'ambito degli incontri di venerdì e sabato a Taormina" ha detto il rappresentante, che ha chiesto l'anonimato. L'Unione Europea partecipa al summit del G7 su base regolare.

Rispondendo ad una domanda sulla posizione dell'Unione Europea per un ritorno della Russia al G7, ha dichiarato: "Ce l'aspettiamo, e questa sarà la nostra posizione, e credo sia, la posizione americana, se si considerano i preparativi per la riunione del G7 a Taormina, continueremo ad aderire alla posizione che è stata dichiarata chiaramente ad Ellmau e Ise. Ci aspettiamo dalla Russia l'esecuzione degli accordi di Minsk. Negli ultimi anni lavoriamo come G7, non come G8 e questo è direttamente collegato all'aggressione russa in Ucraina" ha aggiunto il rappresentante dell'Unione Europea. In occasione dei vertici in Germania e in Giappone, i leader dei paesi del G7 hanno confermato le sanzioni contro la Russia, collegando la durata della loro azione con l'esecuzione degli accordi di Minsk.

Kiev, USA e Unione Europea in precedenza hanno ripetutamente imputato Mosca di ingerenza negli affari dell'Ucraina. La Russia nega e definisce simili accuse inaccettabili. Mosca ha ripetutamente affermato che non è parte del conflitto intimo ed spera nel superamento della crisi politica ed economica in Ucraina. Come ha dichiarato il ministero degli Esteri russo, la Russia non è soggetto degli accordi di Minsk sull'Ucraina, può solo esercitare una pressione su una parte in conflitto.