The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

Rientrati in Russia gli ultimi specialisti che avevano prestato aiuto in Italia

Rientrata in Russia da Verona a bordo di un aereo militare Il-76 anche l'ultima parte di uomini e mezzi impegnati nella missione umanitaria "Dalla Russia con Amore".

Un cielo parzialmente nuvoloso ed sole primaverile, ma più freddo di quello che avevano lasciato in Italia, ha accolto gli ultimi specialisti russi rientrati dall'Italia, ponendo ufficialmente fine alla missione di aiuto iniziata il 21 marzo scorso.

"Il 15 maggio 2020 è terminata l'operazione umanitiaria di 55 giorni del ministero della Difesa della Russia per aiutare la Repubblica Italiana a combattere la diffusione dell'infezione di coronavirus. L'ultimo gruppo di militari ed equipaggiamento militare speciale del reparto congiunto del dipartimento militare russo, coinvolto nella prestazione di attività anti-epidemiologiche, è stato trasferito dall'Italia con un aereo Il-76 delle forze aerospaziali russe all'aeroporto di Chkalovsky (Mosca)", riferisce un comunicato del dicastero militare russo.

Come specificato dal ministero, a partecipare nell'operazione sono stati epidemiologi, virologi, rianimatori, terapisti di esperienza con apparecchiature e tecnologie uniche, che permettono di rilevare al più presto agenti patogeni di malattie infettive pericolose, nonché team dei medici con attrezzature sanitarie per prestare assistenza qualificata ai pazienti infetti dal COVID-19.

Inoltre, in Italia sono stati utilizzati un complesso mobile di analisi e diagnostica, un laboratorio per la reazione a catena della polimerasi, analisi e genotipizzazione, apparecchiature di disinfezione mobili ad alte prestazioni con una riserva di disinfettanti e attrezzature sanitarie speciali.