The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

Stato Maggiore italiano ringrazia la Russia per l'assistenza nella lotta contro COVID-19

Il capo di Stato Maggiore italiano, il generale Enzo Vecciarelli, ha ringraziato i militari russi per il loro aiuto nella lotta contro il nuovo coronavirus, si afferma in una nota del ministero della Difesa della Federazione Russa.

"All'aeroporto di Orio al Serio (3 chilometri a sud-est di Bergamo) si è svolto un convegno di lavoro tra il vice comandante delle truppe russe di Protezione NBC, il generale Sergey Kikot, alla guida della squadra di esperti militari russi in Italia, e il capo di Stato Maggiore dell'esercito italiano, il generale Enzo Vecciarelli", si legge nel comunicato.

Si osserva che il generale Vecciarelli ha ringraziato la sua controparte per l'alto livello di interazione militare nella lotta contro il COVID-19 nella provincia di Bergamo.

"Sono arrivato qui oggi per sottolineare la necessità della più importante cooperazione che si è sviluppata tra i militari di Italia e Russia e per ringraziare personalmente il maggiore generale Kikot per le attività dei militari russi e il sostegno che ci forniscono nella condizione d'emergenza", le parole del generale Vecciarelli.

Il capo di Stato Maggiore dell'esercito italiano ha inoltre osservato che il lavoro degli esperti russi per la disinfezione di case di riposo, e strutture e palazzi, ora è molto produttivo e gli abitanti di Bergamo vedono i risultati di questo lavoro.

"Un ringraziamento speciale anche alle otto squadre di medici russi che stanno lavorando insieme ai nostri medici negli ospedali di Bergamo", ha aggiunto il generale Enzo Vecciarelli.

In giornata il ministero della Difesa russo aveva comunicato di aver ricevuto ringraziamenti per il lavoro svolto nella lotta contro il coronavirus dall'amministrazione comunuale di Almenno San Salvatore, piccolo comune della provincia di Bergamo.

In precedenza oggi è stato anche riferito che le unità militari di radioprotezione, protezione chimica e biologica delle forze armate russe, hanno disinfettato case di riposo in tre comuni lombardi: Schilpario, Spirano, Torre Boldone.