The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

La Russia ha trovato il modo di aggirare sanzioni USA su Nord Stream 2 per il suo completamento

https://it.sputniknews.com/economia/202006209219322-russia-ha-trovato-il-modo-di-aggirare-sanzioni-usa-su-nord-stream-2-al-suo-completamento---die-welt/

Washington si oppone da tempo al progetto Nord Stream 2, sostenendo che aumenterebbe la dipendenza dell'Europa dal gas russo. Gli Stati Uniti hanno imposto sanzioni contro le imprese direttamente coinvolte nella costruzione del gasdotto.

Il gasdotto Nord Stream 2 è praticamente completato e gli Stati Uniti non hanno modo di influenzare la condizione, secondo quanto affermato Die Welt.

Nonostante gli sforzi di Washington per ostacolare il processo, Mosca è riuscita a eludere le misure restrittive imposte contro l'ambizioso progetto, che dovrebbe trasportare fino a 1.942 trilioni di metri cubi di gas all'anno dalla Russia alla Germania attraverso le acque territoriali o le zone economiche esclusive della Danimarca, Finlandia, Germania, Russia e Svezia.

La testata tedesca rileva che la nave posatubi Akademik Cherskiy di proprietà di Gazprom è stata ora registrata presso il Samara Thermal Energy Property Fund (STIF), che opera in Russia, secondo il registro internazionale delle navi.

Ciò consente alla società statale di completare il gasdotto, aggirando le restrizioni di Washington.

La nave "Akademik Chersky" è finita sotto i riflettori dopo essere stato identificata come la nave potenzialmente collegata al completamento dell'impresa Nord Stream-2. Le navi posatubi del contraente svizzero Allseas si erano ritirate dal progetto dopo che i loro proprietari erano stati minacciati di sanzioni statunitensi per il loro coinvolgimento.

La posatubi Akademik Cherskiy è diventata la nave più ricercata del traffico marittimo a maggio dopo aver fatto un viaggio dal Pacifico al Mar Baltico.

La Russia ha promesso di completare il progetto, che inizialmente avrebbe dovuto iniziare a fornire gas dalla Russia all'Europa occidentale verso la fine del 2019.

Il presidente russo Vladimir Putin ha affermato che il gasdotto potrebbe essere lanciato entro la fine del 2020 o all'inizio del prossimo anno, poiché due navi di proprietà della Russia potrebbero ora completare i restanti 160 km del progetto, che è guidato dalla compagnia russa Gazprom.

Sanzioni extraterritoriali

Gli Stati Uniti si sono opposti da tempo al progetto Nord Stream 2, una joint venture tra Gazprom e cinque società europee, sostenendo che avrebbe concesso alla Russia un potere politico sull'Europa incrementando la sua dipendenza dal gas russo.

La presunta pressione è stata imposta a un membro chiave del progetto, la Germania, nonostante Berlino insistesse categoricamente sul fatto che il Nord Stream 2 fosse di natura puramente economica.

Il presidente Donald Trump aveva anche suggerito alla Germania di acquistare invece gas naturale liquefatto (GNL) americano o israeliano più costoso.

Nel tentativo di contrastare il progetto, a dicembre 2019 gli Stati Uniti hanno introdotto sanzioni contro le società direttamente coinvolte nella costruzione del gasdotto.

La mossa ha portato l'appaltatore svizzero Allseas a ritirare le sue navi posatubi dal progetto il 21 dicembre.