The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

Russia "Paese Target" per le imprese lombarde nel biennio 2020-2022

Le imprese lombarde mantengono forte la propensione all'internazionalizzazione, ed il fatturato realizzato all'estero copre il 45% del totale. La Russia è il primo paese target per il biennio 2020-2022.

L'export resta la forma privilegiata di presenza nei mercati esteri per le imprese internazionali lombarde, ma la filiera lombarda per prossimità, qualità e diversità delle competenze resta strategica. Nel biennio 2017-2019 i principali mercati sono stati Germania, Francia e Spagna mentre per il prossimo ciclo, 2020-2022 i rimi Paesi target sono Russia, Germania e Stati Uniti. 

E' questa in sintesi la fotografia che emerge dall'edizione 2019 del rapporto ‘Le imprese lombarde nelle catene globali del valore’ realizzato da Confindustria Lombardia, in collaborazione con Sace Simest e ISPI, con il coordinamento scientifico del Centro Studi di Assolombarda ed il coinvolgimento delle altre Associazioni territoriali socie. 

1700 imprese lombarde ai raggi X

L’indagine ha raccolto informazioni presso oltre 1700 imprese lombarde associate al Sistema Confindustria Lombardia e include un focus su 7 imprese definite "Campioni", rappresentative di 7 filiere d'eccellenza: Farmaceutica (Dompè), Automotive (OMR), Chimica (Lechler), Meccanica (Secondo Mona), Agroalimentare (Consorzio Casalasco), Moda e Design (Boffi) ed Energia (Maire Tecnimont).

 “Il Rapporto Internazionalizzazione del sistema Confindustria Lombardia mette in risalto la storica vocazione internazionale delle nostre imprese e la capacità del tessuto imprenditoriale lombardo di competere all’estero. Questa competitività è data, oltre che dalla capacità di adattarsi al mondo globalizzato, anche e soprattutto dalla scelta di usufruire della qualità, delle competenze e delle risorse e servizi che i nostri territori producono: la forza del sistema imprenditoriale lombardo, in Italia come all’estero, è il risultato delle tante straordinarie specializzazioni che compongono le filiere locali” ha dichiarato il Presidente di Confindustria Lombardia Marco Bonometti.