The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

S-400, Russia attende la soluzione finale della Turchia sulle forniture dei sistemi antimissile

Ankara è rimasta in contrasto con gli Stati Uniti da quando ha raggiunto l’accordo per acquistare i sistemi di difesa aerea russi S-400.

Mosca è in attesa della soluzione finale di Ankara sulla consegna del secondo lotto di sistemi di difesa aerea S-400, ha dichiarato il capo del Servizio federale russo di cooperazione militare-tecnica, Dmitry Shugayev.

La Russia aveva iniziato a consegnare il primo lotto di S-400 alla Turchia a luglio 2019. Washington, scontenta dell'affare tra Mosca e Ankara, aveva chiesto alla Turchia di annullare tutti gli acquisti degli S-400, minacciando di ritardare o annullare le consegne dei caccia di quinta generazione F-35. Tuttavia, il Governo turco si era rifiutato di annullare l'accordo.

"Considerando le restrizioni dovute alla pandemia generale, direi che fare previsioni sul lasso di tempo necessario alla firma della fornitura non abbia senso. Tuttavia, il dialogo sulle consegne del secondo lotto di S-400 è in una fase piuttosto avanzata, e attendiamo la soluzione finale della parte turca", ha dichiarato il capo del Servizio federale russo di cooperazione militare-tecnica, Dmitry Shugayev, in un'intervista rilasciata all'emittente turca Ecoturk TV.

Il funzionario ha anche osservato che la Turchia ha ordinato attrezzature militari russe per un valore complessivo di 1 miliardo di dollari.

Ankara è rimasta in contrasto con il suo alleato NATO, gli Stati Uniti, da quando ha raggiunto l’accordo per acquistare i sistemi di difesa aerea S-400 di fabbricazione russa. Gli Stati Uniti hanno tentato di esercitare pressioni sul proprio alleato e costringere la Turchia a cancellare l'accordo, tuttavia Ankara ha rifiutato di fare concessioni e ha ricevuto le prime consegne dalla Russia nel 2019.

Secondo il portavoce della presidenza turca Ibrahim Kalin, il Governo è impegnato "in linea di principio" nei suoi piani di attivazione del sistema, nonostante il ritardo causato dalla crisi sanitaria di COVID-19.