The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

"Senza isteria" Russia valuterà ulteriori passi dopo uscita Usa da trattato Cieli Aperti - Sputnik Italia

"Non avremo nessuna reazione isterica. Adotteremo un approccio estremamente equilibrato nell'analisi di questa condizione, basandoci principalmente sui nostri interessi nazionali e sugli interessi dei nostri alleati, tra cui, innanzitutto, la Repubblica di Bielorussia che nell'ambito di questo accordo insieme a noi costituisce un blocco di Paesi", ha affermato il capo della diplomazia russa durante una conferenze stampa a margine di una riunione in videoconferenza del Consiglio dei ministri degli Esteri dei Paesi dell'Organizzazione del trattato di sicurezza collettiva (CSTO).

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump aveva precedentemente annunciato che Washington si sarebbe ritirata dal Trattato e ne sarebbe rimasta fuori fino a quando la Russia avrebbe "rispettato i suoi obblighi". Allo stesso tempo l'inquilino della Casa Bianca non ha escluso di elaborare un nuovo accordo. A sua volta la Russia ha ripetutamente respinto le accuse sulla violazione del trattato avanzate dagli Stati Uniti. Venerdì scorso il ministero degli Esteri russo ha annunciato che Mosca avrebbe negoziato con gli Stati Uniti, incluso il trattato sui Cieli Aperti, solo con volontà reciproca e rispetto, considerando gli ultimatum di Washington "inaccettabili".

La soluzione dell'amministrazione statunitense ha suscitato rammarico tra gli alleati europei. Il capo della diplomazia Ue Joseph Borrell ha auspicato che gli Stati Uniti rivedano la loro scelta.

Il trattato sui Cieli Aperti è stato firmato nel 1992 ed è diventato uno dei cardini per il rafforzamento del clima di fiducia in Europa dopo la guerra fredda. In vigore dal 2002, consente ai Paesi firmatari di raccogliere informazioni alla luce del sole sulle attività delle forze armate tramite voli di monitoraggio concordati. 34 Stati aderiscono a questo trattato, tra cui Italia.