The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

La Russia testa la versione dell’obice ‘Coalizione-SV’ su gomma

L'Istituto centrale di ricerca Burevestnik, parte della partecipata Uralvagonzavod, della corporate di Stato Rostec, sta testando la prima serie Coalition-SV su gomma, ha comunicato ai media russi il servizio stampa della holding.

Originariamente il Coalizione-SV era un complesso di artiglieria pesante montato esclusivamente su carro armato T-90,  ora i creatori di questa potente arma da 152 mm, hanno voluto testarne una variante montata su gomma, creando un ibrido sulla base del camion KamAZ 6550 con carico di munizioni fino a 70 colpi.

"Un veicolo su ruote presenta numerosi vantaggi: può essere utilizzato su strade comuni, ha una grande mobilità e un’ampia riserva di carico. Riteniamo che le risorse nel complesso possano essere maggiori rispetto ai veicoli cingolati”, ha affermato il capo progettista dell'Istituto centrale di ricerca "Petrel" Vasily Nabatov, citato dal servizio stampa.

Inoltre, ha osservato lo stesso ingegnere, se si confronta la risorsa delle piattaforme, vediamo che i 5.000 chilometri dopo i quali è necessaria la revisione totale del telaio cingolato, corrispondono appena alle prime manutenzioni in officina per quello su gomma. Oltre a questo va considerato che il peso è ridotto e quindi viene facilitato anche il trasporto aereo. “Tutto ciò amplia la gamma di efficacia”, ha concluso Nabatov.

Il servizio stampa della Uralvagonzavod ha riferito che il completamento dell’intatto ciclo di test è pianificato entro la fine dell'anno, dopo di che verrà presa la soluzione se lanciare o meno il mezzo così configurato per la produzione in serie.

L'obice 2C35 Coalition-SV è stato sviluppato presso l’Istituto Centrale delle Ricerche Burevestnik di Nizhny Novgorod e venne presentato ufficialmente per la prima volta il 9 maggio 2015 a Mosca in occasione della parata in onore del 70 ° anniversario della Vittoria nella Seconda Guerra Mondiale.

Il nuovo sistema di artiglieria è il successore dei sistemi di tipo MSTA ed è progettato per distruggere posti di comando, sistemi di difesa aerea e antimissile, centri di comunicazione, batterie di artiglieria e mortaio, veicoli corazzati, inclusi carri armati, armi anticarro e postazioni nemiche fisse dei più svariati generi.

Al forum dell'Esercito-2018, il capo delle forze d’artiglieria e missilistiche di terra, il tenente generale Mikhail Matveevsky, ha affermato che i nuovi obici "Coalition-SV" da 152 mm sono il primo passo verso la robotizzazione delle attrezzature militari.