The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

E intanto gli americani distruggono gli S-400 russi… con la computer grafica

La nota casa di produzione difesa e tecnologia aerospaziale americana Lockheed Martin, quella del tribolato F-35, ha prodotto un video clip pubblicitario nel quale esalta i suoi futuristici e solo teorici prototipi generati al computer, mentre distruggono le difese russe.

La clip, forse potremmo dire il video game, elogia la segreta divisione Skunk Works che si occupa di velivoli sperimentali. Presenta dei misteriosi prototipi sapientemente generati dalla computer grafica, con il problematico jet da combattimento F-35, unico modello in realtà esistente, in una simulazione che sembra proprio un attacco aereo alle unità di difesa russe.

Per più della metà del promo, i filmati computerizzati mostrano attacchi aerei su sistemi di difesa anti-aerea che assomigliano sfacciatamente agli S-400 russi e al sistema missilistico balistico intercontinentale Topol-M su gomma, mentre la voce fuori campo narra di “minacce in continua evoluzione alla sicurezza degli Stati Uniti”.

Si tratta di un video dell’azienda del Maryland, la più grande contraente di commesse militari degli Stati Uniti, in cui viene presentata l’attività della divisione d'élite incaricata della ricerca e dello sviluppo top-secret, chiamata Skunk Works. Nel video infatti appaiono dei velivoli talmente top-secret che, a parte il noto e travagliato F35, neppure uno aveva mai visto in precedenza.

S-400

L'S-400 (nome in codice NATO: SA-21 Growler) è una delle armi antimissili più avanzate attualmente prodotte; ha suscitato grande preoccupazione negli Stati Uniti per l'acquisizione da parte di Turchia e India, con Washington che ha ripetutamente minacciato questi Paesi di ritorsioni qualora avessero proseguito gli affari.

Topol-M

Il Topol-M (codifica NATO SS-27), che viene gradualmente sostituito dagli ancora più potenti sistemi Yars, è uno dei missili balistici intercontinentali schierati dalla Russia. Si tratta del primo sistema d'arma di questo tipo ad essere completamente progettato e costruito interamente dalla Federazione Russa senza il contributo di altri Paesi dell'ex Unione Sovietica. Può essere utilizzato sia da silo, sia da rampa mobile stradale. E’ progettato per trasportare anche testate nucleari multiple ma di solito ne monta una singola con resa da 800 chilotoni – 40 volte la potenza distruttiva dell’atomica su Nagasaki del 1945.