The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

Cosa sta spingendo paesi come Turchia e India ad acquistare gli S-400 della Russia?

Il sistema di difesa aerea S-400 "Triumf" sta conquistando il mondo. Dopo la Turchia, l'India è la prossima e anche l'Iraq è interessato, nonostante le minacce degli Stati Uniti di sanzionare chiunque acquisti armi da Mosca.

La Russia al Lucknow DefExpo 2020 della scorsa settimana ha confermato che l'India riceverà la sua prima consegna di S-400 entro settembre 2021. Si tratta di un accordo di ben 5 miliardi di dollari firmato nel 2018 e andrà avanti nonostante le minacce statunitensi.

Infatti gli Stati Uniti continuano a ripetere a tutti gli stati interessati agli armamenti russi che un tale acquisto potrebbe comportare sanzioni ai sensi della CAATSA (Countering the American's Adversaries Through Sanctions Act), che il presidente Donald Trump ha firmato nell'agosto 2017 nell'ambito di un programma più ampio contro la Russia.

Un “must” delle nazioni con aspirazioni militari

Il versatile sistema missilistico esiste dal 2007, ma è negli ultimi anni che è diventato una sorta di must per qualsiasi nazione con aspirazioni militari. L'S-400 risulta essere molto conveniente a quanto pare, anche rispetto ai sistemi USA Patriot e THAAD, cosa che non ha reso per niente felice Washington.

Gli ultimi paesi a esprimere interesse per i sistemi sono stati l'Arabia Saudita e l'Iraq. Riad in particolare, grande compratore di sistemi d’arma USA, ha preso in considerazione gli S-400 dopo l'attacco di droni del settembre 2019 contro gli impianti petroliferi del regno che hanno portato a un taglio del 50% della produzione petrolifera del paese. Questi attacchi con droni hanno rivelato i limiti dei sofisticati sistemi di difesa aerea dell'Arabia Saudita, basati sui missili terra-aria Patriot fabbricati negli Stati Uniti.

Secondo quanto riferito, anche l'Iraq sta prendendo in considerazione l'acquisto di S-400, ma non ha ancora avviato formalmente consultazioni con la Russia.

"Non ci sono stati appelli da parte irachena riguardo all'acquisto di sistemi di difesa aerea S-400 russi, ma c'è interesse per loro", ha detto l'ambasciatore russo in Iraq, Maxim Maximov.

"Diciamo sempre che siamo pronti a continuare ad aiutare il governo iracheno a rafforzare le capacità di difesa del Paese".

La Turchia, sebbene alleata della NATO, ha ricevuto i suoi primi S-400 la scorsa estate e si prevede che schiererà i sistemi quest'anno. Washington ha reagito con forza escludendo Ankara dal programma F-35, per i quali ha già firmato un contratto.

Un altro paese che ha acquistato gli S-400 è la Cina, la quale sta per ricevere la sua spedizione finale dei sistemi antiaerei. La Cina probabilmente ha visto un vantaggio nei sistemi S-400 nella difesa del Mar Cinese Meridionale vista la crescente attività degli Stati Uniti nell’area.

I vantaggi dell'S-400

Nonostante il sistema non abbia ancora ricevuto un battesimo di fuoco, l’S-400 ha una serie di vantaggi apparentemente non indifferenti sulle sue controparti americane.

Prima di tutto il "Triumf" è molto più economico delle offerte americane, arrivando a circa $ 500 milioni rispetto ai $ 1 miliardo per il Patriot Pac-2 o ai $ 3 miliardi per una batteria THAAD. I sistemi di armamenti russi sono generalmente meno costosi della maggior parte delle controparti occidentali, in parte perché tutti i contratti statunitensi prevedono contratti di manutenzione estesi e costosi.

Un altro motivo per cui molte nazioni preferiscono l'S-400 è che l'acquisto di armi dal governo degli Stati Uniti comporta processi ingombranti e lunghi ostacoli normativi.

Ultimo, ma non meno importante, l'S-400 offre una dinamicità impressionante rispetto ai sistemi USA. Il THAAD è un formidabile sistema di difesa antimissile, le cui capacità indicate contro i missili balistici superano qualsiasi omologo, ma può solo abbattere missili e solo ad altitudini molto elevate (minimo 40-50 km). Per intercettare caccia, aerei strategici a lungo raggio o droni, bisogna dunque usare il Patriot. L'S-400 invece unisce le due funzioni in un unico sistema, il che lo rende molto più conveniente.